Pizza di scarola

La pizza di scarola è un rustico tipico della cucina napoletana. Viene preparato con un ripieno di scarola soffritta in olio con aglio, olive nere di Gaeta, capperi, pinoli, uva passa, acciughe sotto sale, il tutto in una pasta salata semplicemente fatta di farina, acqua e lievito. Viene cotta a forno e servita sia calda che fredda.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

pizza di scarolaPizza di scarola

Ingredienti per l’impasto 

125 ml di latte

125 ml di acqua

500 g di farina 0

40 g di olio di oliva extravergine

12 g di lievito di birra

10 g di sale

5 g di zucchero

 

Ingredienti per il ripieno 

1 kg di Scarola

6 filetti di Acciughe (alici)

Uvetta q.b.

50 g di capperi

2 spicchi d’aglio

Sale q.b.

Pepe q.b.

Olio di oliva extravergine q.b.

100 g di olive denocciolate

 

Per spennellare 

1 uovo

1 cucchiaio di latte

 

Procedimento 

Per preparare la pizza di scarola dovete naturalmente partire dalla pasta che gli farà da guscio. In un recipiente graduato ponete il latte e l’acqua tiepida, quindi fatevi sciogliere il sale, lo zucchero e il lievito di birra.

Mescolate bene con un cucchiaio e tenete il tutto da parte.

In una ciotola capiente mettete la farina, aggiungete il composto a base di latte ottenuto precedentemente e l’olio extravergine di oliva .

Impastate con le mani fino a quando gli ingredienti si saranno amalgamati, quindi trasferite l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata e continuate a lavorarlo con le mani  fino ad ottenere un impasto morbido, omogeneo e liscio.

Formate una palla, ponetela in una ciotola, copritela con la pellicola e lasciatela lievitare a temperatura ambiente (per un paio d’ore, o fino a quando avrà raddoppiato il suo volume).

Preparate ora il ripieno della pizza di scarola: lavate la scarola con acqua fresca corrente e asciugatela bene. In una padella fate soffriggere, a fuoco dolce, l’aglio con poco olio e le acciughe; quando le acciughe si saranno sciolte, aggiungete la scarola spezzettandola con le mani e l’uvetta ammollata nell’acqua e strizzata.

Salate, pepate e lasciate cuocere il tutto a fuoco medio per circa 15 minuti.

Quando la scarola sarà appassita, aggiungete i capperi e le olive . Proseguite la cottura ancora per 10 minuti a fuoco vivo, per fare in modo che evapori il liquido rilasciato dalla verdura, quindi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il tutto.

Quando l’impasto sarà lievitato, pesatelo e dividetelo in due panetti, di cui, uno più piccolo. Con un mattarello spianate uno dei due panetti, ricavandone una sfoglia alta circa mezzo cm, quindi spennellate con l’olio una teglia delle dimensioni 40×30 cm.

Stendete la sfoglia nella teglia, avendo cura di ricoprirne con la pasta anche i bordi. Bucherellate il fondo della sfoglia con i rebbi di una forchetta, quindi aggiungete il ripieno, ormai freddo, e distribuitelo uniformemente.

Con l’impasto rimasto, ricavate un’altra sfoglia e adagiatela sul ripieno, richiudete i bordi sigillandoli bene con una forchetta, quindi bucherellate la superficie della pizza di scarola.

Coprite il tutto con la pellicola e lasciate lievitare ancora per un’ora.

Trascorso il tempo necessario, spennellate la superficie della pizza con un uovo, sbattuto assieme ad un cucchiaio di latte, quindi cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.

Una volta che la pizza di scarola sarà cotta, lasciate raffreddare completamente su una gratella e servitela a fette.

Precedente Mousse cioccolato bianco e amaretti Successivo Cheesecake finger food alla marmellata