Crea sito

Pasta patate e provola

pasta patate e provola

La pasta patate e provola è un primo piatto povero, semplice da preparare e molto sostanzioso. E’ una ricetta tradizionale e come tale va preparata secondo l’usanza napoletana. Con pochi ingredienti si ottiene un piatto ricco di sapore e, se fatta a regola d’arte, risulterà cremosa e dal sapore davvero unico.
E’ buona però in tutti i modi, rossa, bianca, con o senza pancetta ma una cosa che non deve mancare mai è la provola.

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

pasta patate e provolaPasta patate e provola

Ingredienti per 4 persone

320 g di pasta mista corta

800 g di patate a pasta gialla

Olio extravergine d’oliva

250 g di provola

100 g di capocollo, pancetta o guanciale

4 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro

Rosmarino e timo q.b.

Trito di sedano, carota e cipolla

Brodo vegetale o acqua q.b.

Croste di Parmigiano reggiano

Sale e pepe nero q.b.

pasta patate e provola

Procedimento

Per preparare questa stupenda pasta patate e provola come prima cosa soffriggete in una pentola piuttosto profonda ed in olio extra vergine di oliva, il trito di cipolla tagliata finemente, sedano e carota.

Fate imbiondire, avendo cura di non bruciare la cipolla. Aggiungete le scorze di parmigiano, le patate precedentemente tagliate a tocchetti, non troppo grandi, il concentrato di pomodoro e il capocollo a dadini.

Fate cuocere per qualche minuto, facendo attenzione che non si attacchi nulla al fondo della pentola. Continuate la cottura aggiungendo acqua o brodo di carne, poco alla volta.

Aggiungete il rosmarino e il timo sfogliato.

Quando le patate saranno quasi cotte,15 minuti circa, buttate la pasta portandola a cottura aggiungendo acqua o brodo poco alla volta come si fa per i risotti.

Spegnete il fuoco ed aggiungete la provola tagliata a tocchetti, mescolando sempre nello stesso verso fino a che non inizierà a filare.

Lasciate riposare la pasta patate e provola per qualche minuto, coprendola con un coperchio, quindi servitela.