Pasta all’Andrea

La pasta all’Andrea è un primo piatto godurioso. Assomma in se diversi sapori che vanno dal dolciastro del pomodorini confit al sapido dello speck e dei pistacchi di Bronte DOP. Il tutto addolcito e reso cremoso dalla panna, che riequilibra in maniera armoniosa tutti i sapori.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

pasta-allandrea1-1

Pasta all’Andrea

 

Ingredienti

200 g di gnocchetti sardi o altra pasta

10 pomodori datterino rosso Sicilia

50 g granella di pistacchi di Bronte DOP

100 g di speck Alto Adige IGP in un’unica fetta

3 cucchiai di olio evo

80 g panna da cucina

30 g latte

sale q.b.

 

 

Procedimento

Preparare la pasta all’Andrea è semplicissimo. Innanzitutto lavate i pomodorini e tagliateli in due in senso longitudinale e poneteli ben allineati su una teglia ricoperta da carta da forno e conditeli con un pizzico di sale, di zucchero e di origano ed infine con un filo d’olio.

Quindi ponete la teglia in forno a temperatura medio alta, possibilmente ventilato.

Nel frattempo ponete sul fuoco una pentola con acqua per la cottura della pasta e prendete la fetta di speck e tagliatela a dadini piuttosto piccoli.

Quindi ponete sul fuoco una padella capiente (o un wok, come ho fatto io), e versate un abbondante cucchiaio d’olio e, appena caldo, lo speck affinché rosoli leggermente.

Tritate quindi la granella di pistacchio in modo piuttosto fine e conditela con l’olio rimanente e un poco di sale, così che diventi un pesto cremoso.

Quando l’acqua arriva a bollore salatela e versate la pasta.

Nel frattempo in una terrina stemperate la panna con il latte e aggiungete nella padella il pesto di pistacchi allo speck.

Appena la pasta è prossima alla cottura, ma ancora molto al dente, scolatela e ponetela nella padella, amalgamando bene il composto e aggiungendo la panna ed eventualmente un poco di acqua di cottura.

Appena tutti gli ingredienti saranno ben miscelati servite nei piatti, decorando con i pomodorini confit che nel frattempo si saranno un poco caramellati e che avrete tolto dal forno qualche minuto prima di servirli. Daranno una nota dolce ed insieme acida di grande gradevolezza.

Buon appetito!

Precedente Stracchino della Duchessa Successivo Plumcake zucca e marmellata di fichi

Un commento su “Pasta all’Andrea

  1. Andrea il said:

    L’ho provato ed è uno dei primi più buoni che abbiamai mangiato. Una meraviglia di gusti perfettamente combinati, che mette in mostra il meglio dell’Italia, dalle Alpi all’Etna. Formidabile!

I commenti sono chiusi.