Pane semintegrale con lievito madre

Fare il pane in casa dà molta soddisfazione e per me è anche un utile antistress. Questo, semintegrale, oltre che ottimo nel gusto è anche una buona fonte di fibre e sostanze antiossidanti. Ma in questo caso non è la farina a fare la differenza all’interno dell’impasto e del risultato finale, bensì il lievito. Il pane con lievito madre ha un gusto straordinario legato a centinaia d’anni di tradizione e a diversi giorni di preparazione.

E proprio per questo non bisogna avere fretta ma, statene certi, il piacere è assicurato, per non parlare del profumo che si sprigiona. Ma vediamo passo passo come realizzare il Pane semintegrale con lievito madre.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

Pane semintegrale con lievito madre1

Pane semintegrale con lievito madre

Ingredienti:

300 g di farina integrale

300 g di farina manitoba

390 g di acqua

130 g lievito madre

3 g di miele o malto

12 g di sale

 

Pane semintegrale con lievito madre

Procedimento:

Preparare l’impasto miscelando il Lievito Naturale con acqua, farina di grano duro rimacinata, malto (o miele) ed impastare fino ad ottenere una certa consistenza, a quel punto aggiungere il sale e portare a termine l’impasto che dovrà risultare elastico, morbido ed omogeneo.

Sul piano di lavoro formare una palla e lasciarla riposare sotto una ciotola a campana per circa 30 minuti, poi fare un giro di pieghe a tre formando di nuovo una palla e riporla in una terrina (o altro contenitore) unta da un velo d’olio e coperta con pellicola trasparente.

Lasciare in lievitazione fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume.

A lievitazione avvenuta, raddoppio dell’impasto, rovesciarlo sulla spianatoia e lavorarlo leggermente per formare le pezzature desiderate. se è la classica forma a pagnotta sferica, meglio riporlo su un contenitore foderato da tessuto spolverato della stessa farina.

Se invece è una qualsiasi altra forma, una volta data, lasciare rilievitare per un poco, quanto lo stabilite voi in base a molti fattori, primo fra tutti la temperatura ambiente. Lo dovete vedere che è cresciuto.

Prima di infornare praticategli delle incisioni in superficie che oltre a rendere più simpatico il suo aspetto esteriore aiutano nella cottura.

Posizionate sul fondo del forno un recipiente con dentro un bicchiere d’acqua, servirà a formare il vapore per un buon sviluppo iniziale ed una crosta croccante.

Cuocere a 220° per 15 minuti poi scendere a 180° per altri 30… 35 minuti o in base alle dimensioni delle vostre pezzature.

Una volta cotto va tolto dal forno e lasciato a raffreddare su una griglia in modo da non fargli formare la condensa.

 

Precedente Frittelle di erbe aromatiche miste Successivo Uova ripiene di Halloween