Crea sito

PAN DI RAMERINO

pan di ramerino

Il PAN DI RAMERINO, tipico della Toscana dove per “ramarino” si intende “rosmarino”, è una piccola pagnotta croccante in superficie, dalla consistenza interna morbida, ricca di profumi e dal colore dorato. E’ una vera e propria golosità la cui fragranza inconfondibile, data dall’ incontro del rosmarino con l’olio d’oliva e l’uvetta, si trasforma in un piacevole contrasto di sapori.
Potete mangiarlo da solo o accompagnarlo con dei salumi. Il loro gusto dolce, infatti, si sposa alla perfezione con i salumi, dei quali ne contrasta i sapori e contestualmente contribuisce ad amplificarli ed esaltarli. Come tutte le ricette regionali, la ricetta del pan di ramerino cambia da città a città e persino da famiglia a famiglia.
Questo pane dolce ha un’origine strettamente legata alla religione e, infatti, più che un semplice dolce è da sempre considerato un pane di devozione. Poteva capitare che fosse venduto anche alle chiese stesse che, dopo averlo benedetto, lo cedevano ai fedeli in cambio dell’offerta. Il Pan di Ramerino diventava perciò una specie di benedizione: gli stessi tagli a forma di croce, sebbene praticati per ottenere una migliore lievitazione, conferivano a questa pagnotta aromatizzata una sorta di connotazione religiosa.
Oggi lo si trova tutto l’anno nei forni e nelle panetterie di Firenze, ma per i fiorentini rimane comunque una tradizione mangiarlo il giorno del Giovedì Santo.

pan di ramerino
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6 panini
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 125 gfarina Manitoba
  • 125 gfarina 00
  • 3 glievito di birra secco
  • 85 gacqua (tiepida)
  • 50 golio extravergine d’oliva
  • 8 grosmarino (solo gli aghi)
  • 40 gzucchero
  • 4 gsale
  • 100 guvetta
  • 25 gacqua (per lo sciroppo)
  • 30 gzucchero (per lo sciroppo)

Preparazione

  1. La preparazione del PAN DI RAMERINO è molto particolare ma al tempo stesso davvero semplice. Ponete l’olio d’oliva e gli aghi di rosmarino in una casseruola e a fuoco dolcissimo fate riscaldare per 15 minuti, senza far friggere l’olio. Quindi filtrate il rosmarino e fate intiepidire l’olio.

    Intanto mettete in ammollo l’uvetta in acqua fredda per 10 minuti.

  2. Sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida. In una ciotola capiente o nel vaso della planetaria miscelate le farine, lo zucchero e il sale.

    Versate l’acqua con il lievito, l’olio e iniziate ad amalgamare gli ingredienti. Se impastate con l’impastatrice utilizzate il gancio a foglia.

  3. Aggiungete l’uvetta ben strizzata, trasferite l’impasto su di una spianatoia leggermente infarinata e lavorate ancora per 10 minuti fino ad ottenere un panetto compatto e liscio. Se utilizzate l’impastatrice continuate con il gancio a spirale.

    Trasferite l’impasto in una ciotola e lasciatelo lievitare, coperto con una pellicola, in un luogo asciutto per 2 ore. Non preoccupatevi se dopo le 2 ore l’impasto non sarà lievitato molto, è così che deve essere.

  4. Rovesciate il panetto sulla spianatoia, formate un filoncino e da questo ricavate tanti pezzi di impasto del peso di 80 g.

    Arrotondate i pezzi di pasta, poneteli su una teglia da forno foderata con l’apposita carta e con un coltello affilato praticate dei tagli in superficie. Coprite e fate lievitare ancora per 1 ora.

  5. Spennellate i panini con dell’olio e infornate a forno preriscaldato e statico a 200° per 25-30 minuti o fino a che non risulteranno dorati in superficie.

    Una volta che il vostro pan di ramerino sarà cotto sfornatelo e da tiepido spennellatelo con uno sciroppo ottenuto facendo bollire acqua e zucchero per 2 minuti. In questo modo otterrete dei pani belli lucidi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.