Crea sito

Paccheri di Gragnano con porro e Castelmagno

paccheri

I paccheri di Gragnano con porro e Castelmagno sono un primo piatto molto semplice da preparare quanto gustoso da mangiare. Del resto quando le materie prime sono delle eccellenze del nostro Paese, il risultato è garantito. La sapidità e cremosità del Castelmagno DOP, la dolcezza del porro, l’apporto croccante e leggermente affumicato dello speck, uniti ad una pasta degna della migliore tradizione italica, creano un primo sontuoso, capace di lasciare un segno nella memoria dei tuoi commensali. Provalo e mi dirai.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

paccheri

 

Paccheri di Gragnano con porro e Castelmagno

 

Ingredienti

350 g di Paccheri di Gragnano

125 g di Castelmagno DOP abbastanza stagionato

120 g di latte

80 g di panna fresca

1 porro grande

3 fette di speck spesse 3-4 mm

Olio extravergine d’oliva

Sale e pepe nero q.b.

 

paccheri

 

Procedimento 

Ponete subito un’ampia pentola ben piena d’acqua sul fuoco, che salerete al momento dell’ebollizione (rammentate che i paccheri hanno cottura lunga).

Mondate quindi il porro e tagliatelo a fettine abbastanza sottili. Ponete una capiente padella (io ho usato il wok) sul fuoco con l’olio e versate il porro affettato, lasciandolo stufare senza che mai si caramelli (aggiungete via via dell’acqua quando necessario). Salate leggermente e lasciate cuocere.

Nel frattempo tagliate il Castelmagno a dadini (o, meglio ancora, sbriciolatelo, visto che è un formaggio gessoso) e ponetelo in un pentolino sul fuoco dopo aver aggiunto il latte, mescolando bene per far amalgamare il composto.

Appena la salsa sarà omogenea e senza grumi aggiungete la panna e fate scaldare ancora un poco, sempre mescolando. Nel frattempo versate i paccheri nell’acqua che bolle.

Appena saranno molto al dente scolateli e poneteli nella padella con i porri e aggiungete la fonduta di Castelmagno, piuttosto fluida. Fate amalgamare tutti gli ingredienti e portate a perfetta cottura la pasta.

Nel frattempo ponete su un padellino ben riscaldato le due fette di speak e fatele divenire croccanti da entrambi i lati.

Toglietele quindi dal fuoco e poggiatele su carta assorbente per completare la sgrassatura. Infine tagliatele a striscette.

Preparate quindi i piatti, collocando i paccheri in posizione simmetrica, accompagnandoli con abbondante salsa e infine decorate con le striscette di speck e una generosa grattugiata di pepe nero.