Muffin peperoni carote e cheddar

Questi muffin salati li ho realizzati di ritorno da un viaggio a New York dove ovviamente ho acquistato questo famosissimo formaggio colorato. La resa è stata ottima, il cheddar infatti si sposa alla perfezione con la dolcezza delle carote e dei peperoni. Ottimi come appetizer, finger food o da servire in un buffet.

 

 

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

muffin peperoni carote e cheddarMuffin peperoni, carote e cheddar

 

 

Ingredienti per 12 muffins 

200 g di Farina 00

2 uova medie

1 carota grande

1/2 peperone rosso

100 g di Cheddar

50 g di parmigiano reggiano

2 cucchiai di Olio extravergine d’oliva

1 bustina di lievito per torte salate

80 ml di latte

80 ml di olio di semi

Sale e pepe q.b.

 

Procedimento 

Per la preparazione dei muffin peperoni carote e cheddar, pulite la carota, grattugiatela a listarelle e fatela saltare in padella con poco olio, per 5 minuti.

Dopodiché lavate e tagliate il peperone a cubetti, e fate rosolare anch’esso per 10 minuti, tenendolo croccante. Una volta cotte le verdure tenetele da parte e farle raffreddare.

In una ciotola sbattete le uova con l’olio e il latte. In un’altra unite farina, lievito, sale e pepe ed amalgamare. Unite i due composti ed incorporare il parmigiano, le verdure ed il cheddar grattugiato a listarelle .

Versate il composto dei muffin in pirottini in silicone, o di carta accuratamente imburrati, e infornate in forno preriscaldato e statico a 180° per circa 25 minuti.

Servite tiepidi.

 

CHEDDAR

Il cheddar è un formaggio a pasta dura, di colore che può variare dal giallo pallido fino all’arancione, dal gusto deciso. Ha origine nel villaggio inglese di Cheddar, nel Somerset, da cui prende il nome.

Il Cheddar viene prodotto almeno dal 1170. In un documento del re Enrico II d’Inghilterra è annotato l’acquisto di 10420 libbre al prezzo di un farthing per libbra (3 sterline per tonnellata).

Nel corso della II guerra mondiale tutto il latte doveva andare alle fabbriche del formaggio cheddar che era impiegato per le truppe. Questo causò la rinuncia a produrre altri formaggi fra cui il caerphilly che da allora rappresentano produzioni di nicchia.

Nel 2012 tre scatole in legno rimaste nascoste nel fondo di una cella frigorifera per decenni sono state scoperte per caso da un produttore caseario del Wisconsin. Al loro interno tre forme di formaggio cheddar invecchiato involontariamente risalenti a 28, 34 e 40 anni fa. Insieme rappresentano quello che gli esperti considerano il lotto di formaggio più vecchio di sempre che sarà venduto all’asta a partire dal prezzo di 10 dollari all’oncia.

Il formaggio Cheddar fa parte degli ingredienti del panino Big Mac prodotto da McDonald’s.

Precedente Risotto Castelmagno e nocciole Successivo Cantucci alle nocciole