Gnocchi di patate viola, colorati e saporiti

GNOCCHI DI PATATE VIOLA

Gli gnocchi di patate sono uno dei capisaldi della nostra tradizione culinaria. La sua preparazione varia a seconda delle materie prime utilizzate. In questo caso ho utilizzato le patate viola, originarie del Perù, che donano una colorazione intensa e un sapore dolciastro, molto simile alla castagna, con retrogusto di nocciola. l piatto è talmente bello, allegro, colorato e delicato che per gustarlo al meglio, senza alterare troppo il sapore delle patate presenti nell’impasto, il condimento ideale deve essere piuttosto semplice, come ad esempio il classico burro, salvia e parmigiano reggiano.

 

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

gnocchi di patate

 

Ingredienti

500 g di patate viola

80 g di farina 00 (più altra all’occorrenza)

Noce moscata q.b.

Sale

gnocchi di patate viola

Procedimento

Per preparare questi gnocchi di patate viola come prima cosa fate cuocere le patate. Lessatele in acqua fredda salata con tutta buccia finché, infilsandole con una forchetta, non risulteranno morbide.

Scolatele e ancora calde schiacciatele con uno schiacciapatate. Aggiungete un pizzico di sale e una grattata di noce moscata.

Iniziate a lavorare le patate ancora calde con la farina (poca per volta) e aggiungendone man mano che l’impasto lo richiede. Lavorate quindi con le mani finché non otterrete un impasto omogeneo e compatto.

E’ importante non esagerare con la farina, altrimenti rischiate che una volta cotti, gli gnocchi risultino collosi e che sappiano troppo di farina.

Fate riposare per qualche minuto la pasta, quindi ricavate tanti salsicciotti e formate gli gnocchi. Passate le palline sul “rigagnocchi”o sui rebbi di una forchetta precedentemente infarinata per ottenere la caratteristica forma e striatura degli gnocchi.

Disponete gli gnocchi di patate ottenuti su un tagliere o un vassoio infarinato avendo cura che siano ben distanziati gli uni dagli altri.

Se volete potete congelarli: in questo caso vanno congelati dapprima distanziati e solo in un secondo tempo possono essere uniti in un sacchetto per cibi congelati.

 

GUARDA ANCHE:

Precedente Tiramisù semifreddo al pistacchio Successivo Tiramisù classico