Crea sito

Frittelle di zucchine al curry

Le FRITTELLE DI ZUCCHINE AL CURRY sono un veloce e simpatico antipasto, originale e gustoso, perfetto anche per accompagnare l’aperitivo, magari quando tra i vostri ospiti avete amici vegetariani. Possono essere preparate davvero in pochi minuti, anche all’ultimo momento dato che non debbono lievitare, per trasformare una visita inaspettata in un momento di golosa compagnia.
Queste frittelline devono la loro bontà all’abbinamento tra il sapore delicato delle zucchine ed il gusto sferzante del curry, che dona loro anche un intenso profumo. Naturalmente di curry – anche di quelli per condire le verdure – ne esistono di tanti tipi e potrete scegliere quello che preferite, più o meno piccante o delicato.
Come tutti i fritti dovrete naturalmente prepararle all’ultimo minuto, affinché siano croccanti e leggere. Ma non preoccupatevi: cuociono in pochi istanti e sono facilissime da realizzare. Insomma, originali, buone e pure semplici.

frittelle di zucchine al curry
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2uova
  • 6 cucchiaifarina 00
  • 2 cucchiainicurry
  • 2zucchine (di medie dimensioni)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero
  • q.b.olio di semi di arachide

Preparazione

  1. Le FRITTELLE DI ZUCCHINE AL CURRY si preparano in 10 minuti e molto semplicemente. Come prima cosa occupatevi delle zucchine. Lavatele mondatele e tagliatele a julienne con la grattugia.

    Quindi, in una ciotola sbattete velocemente le uova con il curry, il sale e il pepe. Unite la farina, amalgamatela con un cucchiaio e unite le zucchine.

  2. Scaldate l’olio in una padella sufficientemente capiente e quando questo avrà raggiunto la temperatura, iniziate a friggere le vostre frittelle di zucchine aiutandovi con due cucchiai per realizzare dei mucchietti di impasto.

    Schiacciatele leggermente per dargli una forma tonda e quando risulteranno dorate scolatele su della carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso. Quindi servitele calde e croccanti.

  3. CURRY

    Il curry, nella cucina italiana, indica una miscela, di origine indiana, di spezie pestate nel mortaio che formano una polvere giallo-senape fortemente profumata. Corrisponde all’indiano masala, che comprende una varietà di miscele tipiche.

    In altri paesi occidentali con il termine curry si indica invece più correttamente una varietà di piatti della cucina del Sud Asiatico.

    Ogni paese del sud-est asiatico ha la sua versione di curry, sempre sotto forma di zuppa.

  4. I più popolari sono quelli thailandesi, quelli indonesiani con forte predominanza di curcuma fresca e quelli filippini più delicati.

    Nella cucina indiana l’equivalente italiano del curry (mistura di spezie) è indicato con il termine masala. Esistono decine di masala differenti: nelle cucine dei ricchi signori indiani esistevano esperti in miscele di spezie che selezionavano e preparavano le misture per i loro padroni. I masala più famosi sono il garam masala, il tandoori masala e il pav bhaj masala.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.