Cipolline borettane in agrodolce

Le cipolline borettane in agrodolce sono un ottimo antipasto o un contorno, facile, veloce e diverso dal solito. Sono ottime per accompagnare piatti di carne, di pesce o anche solo da mangiare da sole. Il sapore agrodolce dato dal miele e dall’aceto balsamico le rendono super appetitose e molto particolari nel gusto, che statene certi, stuzzicherà anche i palati più difficili o esigenti.

La cipolla borettana è conosciuta in tutta Italia per il suo inconfondibile sapore, prende il nome da Boretto, un comune in provincia di Reggio Emilia, in cui veniva coltivata fin dal 1400.  Ha come caratteristiche un bulbo molto appiattito ai poli, piccolo e con tuniche color paglierino.

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

cipolline borettane in agrodolceCipolline borettane in agrodolce

 

Ingredienti

400 g di cipolle borettane

2 cucchiai di melata (in alternativa miele millefiori, di castagno o zucchero)

50 ml di aceto balsamico

Olio extravergine d’oliva q.b.

Sale q.b.

 

Procedimento

Per la preparazione delle cipolline borettane come prima cosa pulite le cipolle e lavatele bene. Ricoprite il fondo di un tegame bello largo con l’olio.

Fatelo soffriggere leggermente, disponetevi quindi le cipolle in un unico strato e fate rosolare a fuoco basso per circa 15 minuti.

Coprite il tegame con un coperchio in modo che le cipolline non si asciughino troppo e se necessario aggiungete un mezzo bicchiere di acqua calda.

Quindi salate, cospargete la superficie delle cipolle con la melata (o lo zucchero) abbassate il fuoco al minimo, e cuocete per 30 minuti mescolando di tanto in tanto.

Trascorsi 30 minuti scoprite il tegame, aggiungete l’aceto balsamico e a fiamma alta fate ridurre leggermente la salsa in modo che diventi una glassa, ma non troppo densa, in quanto si addenserà raffreddandosi.

Spegnete il fuoco e servite le vostre profumatissime e tenere cipolline borettane in agrodolce tiepide. Ma credetemi anche da fredde sono un buon mangiare.

 

Precedente Torta salata di spinaci e Piccolo Cuore Successivo Bocconcini di pollo al pesto di rucola

Un commento su “Cipolline borettane in agrodolce

I commenti sono chiusi.