Brie panato

Il brie panato e fritto è un piatto, facile, godurioso e filante che ho visto preparare per la prima volta nel ristorante presso il quale ho svolto una stage. Così non appena trovato un po di tempo ho voluto subito farlo in casa. Accompagnato con una semplice insalata di misticanza consente di spaziare, in ogni stagione, dal brunch, all’aperitivo, all’antipasto. Il Brie è un formaggio prodotto con latte vaccino crudo: è un formaggio a pasta molle di origine francese, con la crosta fiorita (ovvero una muffa bianca commestibile). Ha una stagionatura che richiede il doppio del tempo del Camembert.
Il Camembert è un formaggio francese di latte vaccino crudo, sempre di pasta molle e crosta fiorita: viene prodotto in Normandia e confezionato nelle caratteristiche scatoline di legno di pioppo. Ha un odore piuttosto forte ed è leggermente più cremoso all’interno.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

brie panato

Brie panato

 

Ingredienti per 4 persone

300 g di Brie

2 uova

Farina q.b.

Pangrattato q.b.

Sale q.b.

Olio di semi

Misticanza

 

brie panato

Brie panato

Procedimento 
Tagliare il brie in 8 rettangoli o come più preferite e ricoprite ciascuno di essi prima con la farina, e poi passateli nell’uovo sbattuto leggermente salato e in ultimo nel pangrattato.
Scaldare abbondante olio in una casseruola dal fondo alto e iniziate a friggere, pochi per volta, i pezzi di brie fino a che non inizia a dorarsi su tutti i lati.

Scolate il vostro delizioso e filante brie panato e lasciatelo asciugare su carta assorbente. Servite subito, accompagnandolo con la misticanza o con con un’insalata verde a vostro piacimento.

Precedente Risotto asparagi selvatici e pecorino Successivo Cous cous di verdure e ceci