Arancini di riso

Gli ARANCINI DI RISO (o arancine, a seconda dei luoghi) sono un fantastico finger food della tradizione siciliana, con moltissime varianti ma alcuni punti fermi che lo rendono unico e straordinario: panatura croccante, riso aromatizzato allo zafferano e ripieno in grado di provocare in bocca una vera esplosione di gusto.

Gli arancini sono tondi o a forma di cono, con decine di ripieni differenti, ma in tutti i casi sempre deliziosi. Hanno una storia antica, che si perde nel Medioevo tra i califfi arabi e Federico di Svevia, ma rimangono un piatto davvero molto moderno e adattabile ai differenti gusti.

La mia proposta è tra le più classiche, con ripieno di ragù e piselli.

arancini di riso
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    60 minuti
  • Porzioni:
    8 arancine
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per il risotto

  • 300 g Riso vialone nano (o Originario)
  • 650 g Acqua
  • 1 bustina Zafferano
  • q.b. Sale grosso
  • 20 g Burro
  • 40 g Parmigiano reggiano (o caciocavallo stagionato)

Per il ragù

  • 100 g Carne bovina (macinato)
  • 300 g Passata di pomodoro
  • 1/2 Cipolle
  • 1/2 Carote
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale
  • 80 g Piselli surgelati

Per panare e friggere

  • 2 Uova
  • q.b. Farina 00
  • q.b. Pangrattato
  • 1/2 l Olio di semi di arachide

Preparazione

  1. arancini di riso

    RAGU’

    Fate un soffritto fine di carota e cipolla. Quindi fatelo appassire dolcemente in una pentola per 2 minuti. Unite il macinato a fatelo rosolare per bene.

    Sfumate con il vino e una volta evaporata la parte alcolica unite la passata di pomodoro.

  2. Aggiustate di sale e lasciate cuocere a fuoco dolce per 20 minuti. Unite quindi i piselli surgelati e lasciate cuocere per altri 15-20 minuti. Il risultato dovrà essere un ragù ben asciutto.

    Una volta pronto il ragù lasciatelo raffreddare e dedicatevi alla cottura del riso.

  3. RISO

    Mettete sul fuoco una pentola capiente con la’acqua e lo zafferano. Quando bolle salatela e tuffatevi il riso. Portatelo a cottura mescolandolo di tanto in tanto fino a quando non avrà assorbito tutta l’acqua, serviranno 15 minuti circa.

    A cottura avvenuta spegnete il fuoco e mantecate con il burro e il parmigiano o ancora meglio con il caciocavallo stagionato grattugiato.

  4. Trasferite il risotto su di un piatto ampio, stendetelo con un cucchiaio di legno, copritelo con della pellicola trasparente, e fatelo raffreddare completamente.

    ASSEMBLAGGIO

    Quando il riso si sarà raffreddato iniziate a dare la forma ai vostri arancini di riso.

    Bagnatevi le mani, prelevate una manciata di riso, schiacciatela sul palmo della mano praticando un incavo al centro e riempitelo con una cucchiaiata di ragù.

    Quindi con molta delicatezza richiudete la base dell’arancino con il riso e modellatelo dandogli la caratteristica forma a punta. Continuate così fino a terminare gli ingredienti.

  5. PANATURA

    Passate ogni arancino prima nella farina, eliminando quella in eccesso, poi nelle uova sbattute e in ultimo nel pangrattato.

    FRITTURA

    In un pentolino dai bordi alti scaldate l’olio e friggete un arancino alla volta o massimo due per non abbassare la temperatura dell’olio.

    Una volta dorati scolateli su della carta assorbente e mi raccomando mangiateli caldi.

  6.  

    CONSIGLI

    • Potete aggiungere all’interno di ogni arancino un pezzo di formaggio.
    • Si possono congelare una volta impanati.
    • Cuocere in forno a 180° per 20 minuti.
  7. GUARDA ANCHE:

Note

Precedente Cheesecake pistacchi e cioccolato Successivo Parmigiana bianca di zucchine prosciutto e mozzarella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.