Salmone alla piastra con salsa all’anguria

L’anguria è sempre troppo grande per mangiarla tutta subito e almeno un pezzo in frigorifero ne rimane sempre! Nicola, mio amico e “consulente di cucina” 😛 , mi ha fatto scoprire questa ricetta che aveva realizzato poco tempo prima: salmone alla piastra con salsa all’anguria. Penso “ma wow!”, ma subito dopo “salmone e anguria?” e invece ci sta proprio bene! E’ un secondo piatto delizioso, leggero e molto profumato! E’ davvero semplice preparare la salsa, ma ci vuole un po’ di tempo prima che si rapprenda perché l’anguria è molto acquosa. Poi si piastra il salmone e il gioco è fatto! 🙂

Salmone alla piastra

Salmone alla piastra con salsa all’anguria

Ingredienti:

  • 1 trancio di salmone a persona
  • anguria
  • il succo di mezzo lime
  • 1 cucchiaino raso di amido di mais
  • qualche foglia di menta
  • sale qb

PicMonkey Collage

Spremere la polpa dell’anguria con lo spremi patate, poi passarla ancora con un colino a maglia fine per eliminare semi e polpa: rimarrà solo l’acqua dell’anguria. Aggiungere il succo di mezzo lime e un cucchiaino raso di amido di mais, poi mescolare bene con la frusta fuori dal fuoco così da non creare grumi. Far ridurre a fuoco medio (come già ho detto ci vorrà un po’ di tempo e pazienza). Una volta pronta la salsa, farla raffreddare e aggiungere qualche foglia di menta. Far scaldare la piastra e quando sarà ben calda cuocere il salmone qualche minuto per lato, fino a quando non sarà dorato e avrà fatto la crosticina e salarlo.

Versare la salsa sul piatto, poggiarci sopra il salmone e guarnire con una foglia di menta.

20160728_130301k

Se ti è piaciuta questa ricetta, seguimi anche sui social per non perdere nessuna delle mie prelibatezze!

Facebook Twitter Google+Instagram Pinterest

17 Risposte a “Salmone alla piastra con salsa all’anguria”

  1. Interessante quest’abbinamentio, mai assaggiato la salsa all’anguria , devo dire che mi hai incuriosito !! proverò

    1. È davvero super! Anche se ci vuole un po di tempo a farla rapprendere perché è molto acquosa…ma ne vale davvero la pena 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.