Crea sito

Lenticchie in umido

Le lenticchie in umido non possono mancare nelle festività natalizie, soprattutto per accompagnare il cotechino o lo zampone la notte di San Silvestro. Ma come mai si mangiano le lenticchie a Capodanno? Si pensa che le lenticchie siano di buon auspicio e rappresentino prosperità e ricchezza. Però tutto questo da dove deriva? Una leggenda (o forse è vero?!) dice che gli antichi romani avevano l’usanza di regalare a fine anno un borsellino di cuoio, chiamato Scarsella, pieno di lenticchie con l’augurio che si trasformassero in monete d’oro nell’arco dell’anno successivo. Ecco anche perché si dice che le lenticchie portino soldi: la loro forma ricorda proprio delle monete, tonde e appiattite.
Inoltre le lenticchie sono ricche di proteine vegetali, fibre, ferro…un vero comfort food, sano e squisito, che va gustato anche in qualsiasi altra occasione nel periodo invernale, sia come contorno per carne soprattutto di maiale oppure anche come condimento per la pasta.

Lenticchie in umido
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello

Ingredienti

  • 100 glenticchie secche
  • 2 fogliesalvia
  • 2 fogliealloro
  • 1scalogno
  • 1carota
  • 250 gsugo di pomodoro
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.acqua
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Preparazione

  1. Lenticchie in umido

    Mettere le lenticchie secche a bagno per 2 ore circa. Eliminare quelle venute a galla, scolarle e sciacquarle. Trasferirle in una pentola, coprirle con acqua fredda e cuocerle come indicato in confezione. Poi scolarle e metterle da parte.

    Scaldare un filo d’olio in una padella e aromatizzarlo con la salvia e l’alloro, aggiungere poi la carota e lo scalogno tritati. Dopo qualche minuto aggiungere il sugo di pomodoro, regolare di sale e di pepe e lasciar cuocere per 15 minuti.

    Trascorso questo tempo, aggiungere le lenticchie e lasciarle insaporire per 10 minuti.

    Servire le lenticchie in umido ben calde.

Note e consigli

Puoi utilizzare anche le lenticchie precotte se vuoi risparmiare tempo: basta scolarle dalla loro acqua di conservazione, sciacquarle sotto l’acqua corrente e lasciarle poi direttamente insaporire nel sugo per una decina di minuti. Se invece utilizzi quelle secche, prima leggi cosa c’è scritto sulla confezione perché non tutte le lenticchie hanno bisogno di ammollo e di una cottura eccessivamente lunga.

Per renderle più gustose, puoi anche aggiungere della pancetta.

Puoi anche farle “in bianco”, senza sugo di pomodoro.

Se dovessero avanzare, le lenticchie in umido si conservano in frigorifero per 2 giorni.

Potrebbero interessarti anche:

Muffin di lenticchie

Ceci in umido

Falafel di ceci

Se ti è piaciuta questa ricetta, seguimi anche sui social per non perdere nessuna delle mie prelibatezze!

Facebook – Twitter  – Instagram – Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.