Impasto base per pizza (con planetaria e non)

IMG_4737

Dopo svariati esperimenti per imparare a fare un buon impasto per la pizza (prima manca sale, poi è troppo spessa ecc..), finalmente sono arrivata al MIO impasto e ora non lo mollo più! Ci va poco lievito e la lievitazione è un po’ più lunga, ma vi assicuro che vi piacerà molto!

 

IMPASTO BASE PER PIZZA (CON PLANETARIA E NON)

Ingredienti:
– 500 gr di farina “00”
– 2 cucchiai di olio evo
– 4 gr di lievito di birra
– 2 cucchiaini di sale
– acqua (1 dl per far sciogliere il lievito + 1 dl o 2 dl)



Far sciogliere il lievito in 1 dl di acqua tiepida.
Nel frattempo setacciare la farina

SE UTILIZZATE LA PLANETARIA (usare il gancio)
mettere la farina dentro la ciotola e versare al centro l’acqua con il lievito sciolto, l’olio e il sale. Azionare la macchina a velocità 1 o 2. Quando gli ingredienti si saranno amalgamati (deve sembrare un impasto sabbioso), aggiungere a filo l’acqua. Se vi accorgete che ne avete messa troppa, basta aggiungere un cucchiaio alla volta di farina fino a che l’impasto è omogeneo e non più appiccicoso. L’impasto è pronto quando si stacca dalla ciotola e rimane attaccato al gancio.

SE FATE A MANO
disporre la farina a fontana in una spianatoia. Aggiungere al centro l’acqua con il lievito sciolto, l’olio e il sale. Impastare unendo l’acqua necessaria.

Mettere l’impasto in un recipiente, coprirlo con pellicola trasparente e uno straccio pesante e far lievitare nel forno spento con la luce accesa. Può lievitare anche fuori dal forno, ma non deve essere esposto a correnti d’aria.
Dopo 2 ore impastarlo di nuovo un paio di minuti a mano e farlo ancora lievitare. 
Io di solito preparo l’impasto al mattino per mangiare la pizza la sera. Per esempio: impasto e metto a lievitare alle 10:30. Alle 12:30 impasto per un paio di minuti a mano e metto a lievitare. Alle 14:30 faccio la stessa cosa, poi di nuovo alle 16:30 e alle 18:30 inizio a preparare la pizza per infornarla.

139871312Se ti è piaciuta questa ricetta, seguimi anche sulla pagina facebook Cuoca per caso

Precedente Frittata di patate Successivo Carbonara di zucchine

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.