Crea sito

Gnocchi di zucca, porcini e prosciutto crudo

Tutti i profumi e i colori dell’autunno sono in questo primo piatto, che è davvero speciale: gli gnocchi di zucca, porcini e prosciutto crudo. Sono morbidissimi e l’aggiunta del timo, sia nell’impasto sia nel condimento, rende un po’ tutto più delicato e con carattere allo stesso tempo.
Questa ricetta inoltre prevede l’uso anche delle patate per preparare l’impasto, perché contengono l’amido che permette alla zucca di legare meglio e per questo è anche più facile modellare gli gnocchi.

Gnocchi di zucca, porcini e prosciutto crudo
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni3 persone
  • Metodo di cotturaFornello

Ingredienti

  • 300 gzucca (al netto degli scarti)
  • 300 gpatate
  • 2 ramettitimo
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • 200 gfarina

Per il condimento

  • 20 gburro
  • 100 gprosciutto crudo (in un unica fetta)
  • 100 gfunghi porcini
  • q.b.pepe
  • q.b.timo

Preparazione

  1. Gnocchi di zucca, porcini e prosciutto crudo

    Pulire la zucca togliendo la buccia e i semi e filamenti interni, tagliarla e cuocerla in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti. Una volta cotta, schiacciarla con una forchetta o passarla nel passaverdure e metterla da parte in una ciotola.

    Lavare le patate, metterle in una pentola capiente, coprirle di acqua fredda e lessarle: ci vorranno circa 40 minuti dal bollore, ma per capire se sono pronte basta infilzarle con una forchetta e vedere se esce senza sforzi. Pelare le patate ancora da calde e schiacciarle con uno schiacciapatate nella ciotola della zucca. Amalgamare zucca e patate e lasciarle intiepidire. Unire le foglioline di 2 rametti di timo, sale e pepe e mescolare. Aggiungere poi la farina poco per volta e lavorare l’impasto fino ad ottenere un panetto compatto, morbido ma non appiccicoso. Formare dei salsicciotti di circa 2 cm di diametro rotolando un po’ di impasto in una spianatoia infarinata. Poi, con un coltello o un tarocco tagliarli a tocchetti di circa 2 cm. Man mano che gli gnocchi di patate sono pronti, disporli in una spianatoia oppure in un vassoio infarinati per non farli attaccare.

  2. Gnocchi di zucca, porcini e prosciutto crudo

    Far sciogliere a fiamma molto bassa e in una padella capiente il burro, aggiungere il prosciutto crudo tagliato a cubetti e lasciarlo cuocere un paio di minuti. Scolarlo e nella stessa padella cuocere i porcini.

    Cuocere gli gnocchi di zucca una porzione per volta in acqua bollente salata, aspettando che riemergano in superficie. Scolarli poi con una schiumaiola direttamente nella padella con i funghi. Unire anche il prosciutto crudo, il timo e mescolare bene, facendo attenzione a non rompere gli gnocchi.

    Servire gli gnocchi di zucca, porcini e prosciutto crudo ben caldi.

Note e consigli

Cuoci la zucca in forno, così non sarà troppo acquosa.

Se non hai a disposizione i porcini freschi, puoi utilizzare quelli secchi: prima però devi immergerli in acqua a temperatura ambiente per una ventina di minuti, scolarli, sciacquarli delicatamente sotto l’acqua corrente e poi strizzarli leggermente.

Ti consiglio di consumare gli gnocchi di zucca, porcini e prosciutto crudo subito e ben caldi, ma se dovessero avanzare puoi conservarli in frigorifero per 1 giorno chiusi in un contenitore.

Puoi congelare gli gnocchi di zucca ancora crudi, ma fai così: stendili su un vassoio o un tagliere e metti tutto in freezer, così da permettere agli gnocchi di congelarsi singolarmente. Una volta congelati, puoi trasferirli in un sacchetto gelo: in questo modo non si attaccheranno tra loro. Quando avrai voglia di gnocchi di zucca, cuocili direttamente da congelati.

Potrebbero interessarti anche:

Gnocchi di patate: consigli per renderli perfetti

Gnocchi di farro all’acqua con crema di spinaci

Crespelle al forno con carciofi, zucca e funghi

Se ti è piaciuta questa ricetta, seguimi anche sui social per non perdere nessuna delle mie prelibatezze!

Facebook – Twitter  – Instagram – Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.