Come pulire i carciofi

Come pulire i carciofi? Il mio incubo peggiore è sempre stato questo perché lo consideravo un’impresa complicata, lunga e noiosa. Invece da quando mi hanno fatto vedere bene come fare, ho capito che in realtà è molto semplice.

La pulizia dei carciofi è la stessa sia per quanto riguarda quelli spinosi (invernali) sia per quelli non spinosi (primaverili). L’importante è, prima di iniziare l’operazione di pulizia, strofinarsi bene le mani con un limone o utilizzare i guanti, perché le sostanze presenti all’interno del carciofo a contatto con l’aria si ossidano e macchierebbero le mani. Ecco dunque la spiegazione al fatto che i carciofi una volta puliti andrebbero immersi in acqua acidulata per far sì che non anneriscano.

Sotto la foto, la spiegazione dettagliata step by step su come pulire i carciofi.

Come pulire i carciofi

Come pulire i carciofi

Ingredienti:

  • carciofi
  • acqua qb per immergere tutti i carciofi
  • aceto 1/3 dell’acqua oppure 1 limone

Preparare una ciotola con acqua fredda e aceto (oppure con il succo di un limone). Sfogliare il carciofo eliminando le foglie esterne più dure fino ad arrivare a quelle più chiare e tenere. Eliminare la punta, tagliandone 3 cm o comunque circa metà dell’altezza del carciofo. Tagliare la parte finale del gambo, che è quella più dura, e pulire la parte restante dalle spine e lo strato esterno con un coltello o uno spelucchino.

Tagliare il carciofo a metà ed eliminare la peluria interna con un coltellino. Nel caso in cui il carciofo serva intero, basta allargare leggermente le foglie verso l’esterno ed eliminare la peluria interna utilizzando un cucchiaino. Immergere poi i carciofi nell’acqua acidulata. I carciofi ora sono pronti per essere cucinati! Mi raccomando, prima asciugarli per bene.

Se desideri consumarli crudi, basta togliere qualche foglia in più dal carciofo e tagliarli a fette sottilissime.

Se invece desideri conservare i carciofi in freezer (in quarti o interi), dopo averli puliti e asciugati dall’acqua acidulata, mettili nei sacchetti gelo divisi già in porzioni da crudi. Oppure puoi congelarli da precotti, immergendoli in acqua bollente per circa 10 minuti.

Del carciofo non si butta niente! Usa gli scarti per fare un buon brodo vegetale.

Come pulire i carciofi

Se ti è piaciuta questa ricetta, seguimi anche sui social per non perdere nessuna delle mie prelibatezze!

Facebook – Twitter – Instagram – Pinterest

Precedente Involtini di carpaccio al profumo di arancia Successivo Risotto ai carciofi e formaggio "Il Riccio"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.