Crea sito

Presepe Commestibile

Quest’anno mi è venuta voglia di allargare la tradizione Natalizia, alla faccia di chi ci vuole male e mortifica tutto ciò in cui crediamo! Ho trascorso parte delle mie ferie a cucinare, impastare e sperimentare…ecco dunque che è nato il mio primo Presepe Commestibile. Fatto di pasta frolla Pan di Zenzero, con una Natività stile Thun (non me ne voglia chi non ci trova che una vaghissima somiglianza) realizzata con la pasta di zucchero per me vuole essere per tutti noi un augurio all’amore, alla fratellanza, alla tolleranza….Buon Natale 2015!
Presepe pdz

Ingredienti per la Capanna di pan di zenzero:

  • 300 gr di farina 00
  • 130 gr di zucchero di canna integrale
  • 70 gr di miele (di castagno)
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • bacche di 1 vaniglia (o 1 bst di vanillina)
  • 1 uovo
  • 150 gr di burro
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale

Per la ghiaccia (collante):

  • 1 albume (30 gr)
  • 150 gr di zucchero a velo
  • qualche goccia di succo di limone

Per la Natività:

  • pasta di zucchero bianca, rosa, azzurra, nera

Procedimento:

Consiglio di realizzare le statuine che rappresentano la Natività con largo anticipo (almeno 10 giorni prima) perché si devono asciugare all’aria

Natività in pdz1Natività in pdz

Per realizzare la Capanna di pan di zenzero innanzitutto occorre progettare muri e tetto; prendere un foglio quadrettato e disegnare un rettangolo per il tetto (cm 12×10), la parete posteriore della Capanna (cm 19×10,5 con altezza centrale massima di cm 13,5) e 1 rettangolo per i lati (cm 9×10). Le sagome si possono arricchire con finestre e porte a piacere. Io la porta l’ho ritagliata di cm 4×5 ad arco, tagliata a metà (per simulare le 2 ante). Anche nella parete posteriore ho ritagliato una finestra di cm 4×2,5 (perché volendo si può far passare il filo per l’illuminazione.

sagoma capanna

Ovviamente bisogna preparare la frolla mescolando gli ingredienti secchi in una terrina (farina, aromi, sale, bicarbonato e zucchero), unendovi le uova leggermente sbattute e il burro a pezzetti. Unire il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo da appallottolare. Riporre la palla in frigo, avvolta in pellicola trasparente. (la si può preparare anche il giorno prima e lasciare in frigo fino al momento dell’uso).

pezzi della capanna

Spianare la pasta frolla freddissima, infarinando la spianatoia, tirandola di 5-7 mm (non troppo sottile perché diventa troppo fragile). Per dare l’effetto legno ho utilizzato uno stampo apposito.

  1. Appoggiare la sagoma del tetto e ritagliarla x 2 volte (ma uno dei due farlo più corto di 1 cm) con un coltello ben affilato; appoggiare la sagoma della parete posteriore e ritagliarla 1 volta; ritagliare anche la finestra; infine appoggiare la sagoma del muro laterale e ritagliarlo x 2 volte (una volta con e una volta ritagliando anche la porta).
  2. Mettere i pezzi man mano che si ritagliano sulla placca del forno ricoperta di carta forno e cuocere in forno caldo per 12 minuti.
  3. La stella cometa, la porta e altri ritagli piccoli (si può fare un angioletto, degli alberelli), metterli in una teglia ricoperta di carta forno, a parte e cuocere per 8 minuti.
  4. Con la rimanente pasta frolla realizzare la base (per l’effetto ciottolato ho utilizzato l’apposito stampo) creando una forma a scelta che possa contenere la capanna; cuocerla per 12 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare bene.
  5. Consiglio l’assemblaggio il giorno dopo.

Presepe pdz1

Nel frattempo realizzare i personaggi della Natività con la pasta di zucchero, a piacimento. Lasciare asciugare all’aria.

Assemblaggio:

  1. Preparare il “cemento”, ossia la ghiaccia montando leggermente l’albume a neve ed aggiungendovi poco per volta, sempre mescolando, lo zucchero a velo NB: il rapporto albume/zucchero è di 1:5.
  2. Mettere la ghiaccia in una sac a poche con bocchetta tonda e distribuirne una riga per tutto il perimetro della Capanna, sulla base.
  3. Adagiare sulla ghiaccia la base posteriore e sul bordo interno dei due muri laterali, quindi unire i tre pezzi insieme, premendo leggermente.
  4. Mettere dei supporti a ridosso dei lati affinché rimangano adesi tra loro, fino ad indurimento della ghiaccia.
  5. Quando i muri sono solidi (io questa operazione l’ho fatta la sera successiva) distribuire una riga di ghiaccia sul profilo superiore del muro di metà capanna e adagiarvi la prima parte di tetto. Lasciarlo solidificare almeno 1 ora
  6. Distribuire la ghiaccia sull’altra metà del profilo superiore dei muri e del tetto già incollato e aggiungere il tetto rimasto, sovrapponendolo di 1 cm. Lasciare asciugare bene
  7. Aggiungere la porta, divisa nelle due ante per dare movimento e la stella cometa (mettendo un supporto sotto affinché non scivoli giù, fino ad indurimento della ghiaccia).

Casetta pan di zenzero

Con la stessa ricetta e lo stesso dosaggio ho realizzato anche una casetta pan di zenzero:

casetta pan di zenzero1

Ovviamente oltre alla ghiaccia che funge da cemento serviranno anche caramelle, liquirizie, confettini, cioccolatini e biscotti per decorarla. Tutto ciò che la fantasia suggerisce si può “incollare” con la ghiaccia. Tra il  presepe e la casetta mi è rimasto un po’ di pasta frolla dalla quale ho ritagliato biscotti natalizi e infilati nella casetta

casetta pan di zenzero

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pubblicato da Lucia

45 anni. Infermiera; marito Massimo, coetaneo; 2 figli, Alessandro e Riccardo di 21 e 19 anni. Mi definisco una persona curiosa e lunatica. Hobby: tutto ciò che è creatività.

Grazie per essere passato a trovarmi. Siediti pure...faccio volentieri due chiacchiere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.