Crea sito

TONNO SOTT’OLIO

Avete mai provato a preparare il tonno sott’olio in casa? mia madre sono ormai tanti anni che lo prepara, da quando Titina, una sua amica di Martina Franca lo fece assaggiare e le donò la ricetta.

Ora i primi tonnetti cominciano a nuotare nel nostro mare anche se il periodo più adatto è ottobre; quindi quando i miei genitori si recano dal loro pescatore, se ci sono i tonni, non esitano ad acquistarli e preparano questo buonissimo tonno sott’olio.

La ricetta è davvero semplice, basteranno solo 3-4 ingredienti, per ottenere un tonno sott’olio degno del suo nome…sapete perlomeno che nei vostri vasetti c’è del vero tonno.

Solitamente non riusciamo a resistere alla tentazione e cominciamo a consumarlo fin da subito, al naturale o preparando altre pietanze, ma più tempo stagiona, più sarà delizioso.

Ti piacciono le mie ricette, vieni a trovarmi su fbtwitterpinterestGoogle+

tonno sott'olio conserve ricetta con tonno

Tonno sott’olio

Ingredienti:

1 kg. tonno fresco (pulito ed eviscerato)

100 g. sale

1 bicchiere di aceto

olio evo q.b.

Preparazione:

il tonno va prima di tutto eviscerato, poi vanno messe via la testa, le pinne e la coda. Quindi va tagliato in pezzi.

Noi a questo punto lo pesiamo, perchè solitamente non ne prepariamo solo 1 Kg., per cui dobbiamo conoscere il peso, per capire quanto sale utilizzare, mentre la quantità di aceto è relativa alla pentola utilizzata, che deve essere abbastanza capiente.

Una volta tagliato in tranci, mettere il tonno nella pentola, coprire completamente con acqua fredda, aggiungere l’aceto e il sale e far bollire per 2 ore e mezza.

Quindi scolatelo e poggiate i tranci su degli strofinacci puliti. Spinate il tonno completamente e lasciatelo raffreddare per 24 ore.

Il mattino seguente, inserite i tranci di tonno nei barattoli puliti, sistemandoli bene e schiacciando leggermente in modo da non creare vuoti, quindi coprite il tutto con olio extra vergine di oliva.

Chiudete i barattoli, poggiateli in una pentola, distanziandoli fra loro con degli strofinacci, in modo tale che urtandosi non si rompano, copriteli con acqua fredda e fate bollire per mezz’ora.

Quindi fateli raffreddare nella pentola, asciugateli e conservateli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.