Crea sito

PANDORO FARCITO

Pandoro farcito, ricette pandoro, ricette con la crema pasticcera, ricette con la crema al cioccolato, ricette per le feste, ricette natalizie.

Avete mai preparato il pandoro farcito? Io l’ho preparato qualche giorno fa con “Il Pastaio”, l’impastatrice della G3 Ferrari con la quale collaboro.

Posso ritenermi soddisfatta, dato che lo scorso anno per preparare il panettone (anzi 6 per la precisione), ho dovuto impastare a mano. Con Il Pastaio, invece, innanzitutto ho impiegato la metà del tempo, e poi ho evitato anche di incordare l’impasto manualmente, un’operazione che richiede tempo e fatica.

Ho ottenuto così un pandoro farcito sofficissimo, profumato e davvero gustoso.

Ho utilizzato la ricetta di Ilaria, del blog Forno & Fornelli, apportando una piccola modifica nella quantità di zucchero; e poi ho voluto dare un tocco differente, creando un pandoro farcito con crema pasticcera al limone e crema al cioccolato.

Può sembrare una ricetta difficile, e lunga, ma seguendo le indicazioni dei tempi, vi accorgerete che è davvero semplici..quindi non spaventatevi e iniziamo!!

pandoro farcito

Pandoro farcito

Ingredienti:

BIGA ore 9 del mattino

65g. manitoba

33g. acqua tiepida

5 g. lievito secco in bustina

PRIMO IMPASTO ore 11

biga

140g. manitoba

60g. zucchero

65g. uova intere (corrisponde solitamente a 1 uovo intero grande)

SECONDO IMPASTO ore 13

primo impasto

270g. manitoba

160g. zucchero

14g. miele

180g. burro a temperatura ambiente

1 tuorlo da 28g.

160g. uova intere (3 uova grandi)

vaniglia

buccia grattugiata di 1 limone

INOLTRE

farina per la spianatoia

burro per lo stampo

Preparazione:

preparate la biga sciogliendo il lievito nell’acqua, aggiungete metà della farina, mescolate, quindi aggiungete il resto della farina. Formate una palla e mettetela in una ciotola infarinata coperta da pellicola in luogo caldo per circa 1 ora e 30 minuti.

Ora prendete Il Pastaio, inserite il gancio per impasti duri, quindi mettete nel recipiente la biga, lo zucchero, la farina, e le uova. Accendete la macchina, posizionate il display in funzione manuale a velocità 1 azionate lo start, lavorando per circa 5 minuti. Otterrete una palla (come in foto), che metterete a lievitare in una ciotola infarinata e coperta da pellicola per circa 2 ore.

pandoro farcito

Ora prepariamo il secondo impasto. Dopo aver lavato la ciotola e il gancio e asciugati bene, reinserite il tutto sull’impastatrice, quindi inserite nella ciotola il primo impasto, lo zucchero, la farina, il miele, la vaniglia, la buccia di limone, le uova e il tuorlo. Azionate la macchina in modalità manuale a velocità 2.

Quando comincerete a vedere che gli ingredienti si sono cominciati ad amalgamare fra loro, cominciate ad aggiungere il burro a piccoli pezzetti per volta. Quando avrete aggiunto tutto il burro, aumentate la velocità a 4 e impastate per 30 minuti  (non fateli consecutivi, per non rovinare la macchina, ma fermatevi ogni 10 minuti circa).

Otterrete un impasto ben incordato, che trasferirete sulla spianatoia infarinata e al quale praticherete delle pieghe come queste, che serviranno a creare una palla morbida ma non appiccicosa.

pandoro farcito

Imburrate benissimo lo stampo da 1 kg., quindi inserite all’interno la palla. Coprite lo stampo con la pellicola e fate lievitare al caldo, fino a che l’impasto sarà salito in superficie. Infornate a forno statico a 150°; io ho solo ventilato e ho infornato a 160° per circa 50 minuti.

pandoro farcito

Se notate che la superficie del pandoro si oscura troppo, potete coprirlo con dell’alluminio.

Quando lo uscirete, prima di sformarlo, fatelo raffreddare completamente.

Per ottenere il pandoro farcito, basterà preparare una crema al limone (qui la ricetta), dividerla quando ancora bollente in due ciotole e in una aggiungere del cioccolato fondente.

Quando le  due creme saranno completamente fredde, inserirle in un sacchetto da pasticcere con beccuccio tondo, praticare dei fori ai lati del pandoro e farcirlo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.