GRAFFE NAPOLETANE

La ricetta di queste graffe napoletane, l’ho trovata sul web; ogni giorno collegandomi in fb, mi capitava di trovarle scorrendo tra le notizie, sembrava come se mi chiamassero.

Mi dicevo che dovevo provarle, ma quando? sono così tante le ricette in agenda da dover provare che non ne trovavo mai il tempo.

Intanto me la segno mi dicevo, poi si vedrà. La scrissi su un foglietto, ma non ci crederete, nel momento in cui mi sono decisa a provarle, il foglietto è scomparso.

Non so voi, ma il mobile in cui ho le mie riviste di cucina, agende e agendine, sta per esplodere…è così pieno che avrebbe bisogno di una ripulita, ma non ho il coraggio di gettare nulla,,penso sempre “Prima o poi la farò questa ricetta”.

Insomma dicevo….la ricetta delle graffe napoletane era sparita e dove l’ho trovata alla fine? tra i disegni dei miei figli..siii perchè il foglietto su cui l’avevo scritta, sul retro aveva un disegno fatto da mio figlio!!!

Ma ora veniamo alla ricetta

Ti piacciono le mie ricette, vieni a trovarmi su fbtwitterpinterestGoogle+

graffe napoletane-ricette dolci con le patate

Graffe napoletane

Ingredienti:

300 g. patate (io ne ho messe 250 g.)

120 ml. latte

60 g. zucchero

25 g. lievito di birra

500 g. farina 0

8 g. sale

3 uova

100 g. burro

olio di semi per friggere

zucchero semolato per decorare

Preparazione:

lessate le patate con la buccia, quando sono pronte, passatele con il passa verdure e mettetele da parte.

Riscaldate il latte e scioglietevi metà zucchero e il lievito. Mescolate, aggiungete 130 g. di farina e lasciate lievitare fino al raddoppio.

Unite alle patate, la farina rimasta, lo zucchero rimasto, il sale, le uova e l’impasto lievitato.

Alla fine quando il tutto è ben amalgamato, aggiungete il burro e impastate.

lasciate lievitare 2 ore. Riprendete l’impasto e formate le ciambelle. Potete usare due metodi: il primo è quello di formare con l’impasto un serpentino, tagliare dei cilindri di 8 cm e chiuderli a ciambella; il second invece consiste nello stendere l’impasto non troppo sottile, anzi direi 1 cm. ricavare dei dischi e poi con uno stampino piccolo fate il foro centrale della ciambella.

Mettete le graffe napoletane a lievitare fino al raddoppio, quindi friggetele in abbondante olio caldo, scolatele e cospargetele con zucchero semolato.

Potete gustare le graffe napoletane o al naturale oppure farcite con nutella o crema pasticcera.

 

Precedente BRACIOLE O BRASCIOLE Successivo MELE COTOGNE AL FORNO

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.