CARTELLATE DI VALERIA

Non mi ero mai cimentata nella preparazione delle cartellate, questo dolce  tipico pugliese che a seconda delle zone prevede cotture e condimento differente. Io le faccio come mi ha insegnato mia madre e cioè fritte e condite con il miele, mia suocera invece le fa al forno e condite con il vincotto di fichi, ma si possono condire anche con il vincotto di mele cotogne, altra prelibatezza

di queste zone.

La ricetta è differente da quella dei sanacchiudere o struffoli, questa mi è stata data da mia cugina Valeria; un impasto molto elastico e privo di uova, che ho potuto lavorare molto facilmente.

Io ho adoperato la macchina per la sfoglia, ma potete tranquillamente usare il matta

rello, otterrete ugualmente una sfoglia sottile e che non si spezza.

Ti piacciono le mie ricette, vieni a trovarmi su fbtwitterpinterestGoogle+

cartellate, dolci senza uova

 

Cartellate di Valeria

Ingredienti:

1 Kg. di farina

5 cucchiai di zucchero

2 pizzichi di sale

1 bicchierino di liquore all’anice o sambuca

200 g. di olio di oliva

Vino bianco q.b.

bucce di mandarini, limone e arance

olio di semi

1 kg. di miele

codette colorate

Preparazione:

fate bollire in un pentolino l’olio con le bucce degli agrumi private della parte bianca.

Riscaldate leggermente il vino bianco

In una ciotola versate la farina, lo zucchero, il sale e il liquore.

Cominciate a mescolare, quindi versate l’olio caldo dal quale avrete eliminato le bucce, quindi versate a filo il vino, per ottenere un composto sodo e liscio.

Prelevate dall’impasto ottenuto delle piccole quantità che o con l’ausilio della macchina per la sfoglia o con il mattarello, stenderete in una sfoglia sottile.

Ricavate da ogni sfoglia delle strisce larghe 2 cm e lunghe 10-12 cm. (io ho usato la rotellina dentellata).

e ora procedete come nel video per fare le cartellate.

Una volta ottenute tutte le cartellate, friggetele in una padella nella quale avrete versato dell’olio di semi di arachide.

Versate il miele in un pentolino e aggiungete mezzo bicchiere di acqua e riscaldate.

Quando le cartellate saranno fredde, disponetele su un vassoio e irroratele con il miele, quindi decorate con le codette o zuccherini colorati.

 

 

Precedente CROSTATINE ALLA NUTELLA Successivo MOSTACCIOLI NAPOLETANI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.