Panettone al cioccolato Morandin con pasta madre

Anche quest’anno ho voluto realizzare dei pandori e dei panettoni fatti in casa e ho voluto provare il panettone al cioccolato, sarà che io sono golosa ma era uno spettacolo molto soffice e gustoso. Il lievito madre permette di ottenere un panettone che si mantiene morbido per giorni, cosa che non succede se si usa il lievito madre. Ci vogliono 24 ore per ottenere un panettone al cioccolato perfetto ma credetemi ne vale davvero la pena. Ti consiglio inoltre di guardare e salvare tra i tuoi preferiti la SPECIALE RACCOLTA DI RICETTE NATALIZIE troverai delle fantastiche ricette di tutti i tipi dagli antipasti al dolce, piatti di carne e di pesce adatti a vegani e vegetariani, insomma per ogni esigenza. La dose è per uno stampo da 1 KG. Il lievito madre per la preparazione dei grandi lievitati deve essere ben in forza quindi bisogna rinfrescarlo per bene nei giorni prima e il giorno del primo impasto conviene fare 3 rinfreschi, sempre al caldo e coperto da una pellicola trasparente o chiuso in un contenitore. Primo rinfresco al mattino, secondo rinfresco a mezzogiorno, terzo rinfresco al pomeriggio e impasto alla sera.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi nella mia pagina facebook

Panettone al cioccolato Morandin con pasta madre
  • Difficoltà:
    Alta
  • Preparazione:
    24 ore
  • Cottura:
    55 minuti
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Primo impasto

  • 105 g Lievito madre
  • 95 g Zucchero
  • 215 g Farina (w350)
  • 55 g Acqua
  • 25 g Acqua
  • 135 g Burro
  • 120 g Tuorli

Secondo impasto

  • Primo impasto
  • 55 g Farina (w350)
  • 50 g Zucchero
  • 5 g Sale
  • 1 Tuorli
  • 25 g Burro
  • 1 bacca Vaniglia (o vanillina)
  • 100 g Gocce di cioccolato fondente

Preparazione

Primo impasto

  1. Ora iniziamo a preparare il panettone al cioccolato, versando nella ciotola della planetaria la pasta madre, lo zucchero, la farina, i tuorli leggermente sbattuti e i 55 g di acqua. Lavorate l’impasto a bassa velocità finché non si saranno amalgamati tutti gli ingredienti, successivamente aumentate la velocità e portate ad incordatura, il tempo sarà circa di 15 minuti. Ora aggiungete l’altra dose di acqua poco alla volta e quando si sarà unità all’impasto unite il burro in 3 volte, continuate a lavorare l’impasto. Ora pulite l’uncino della planetaria e la ciotola e riversate in ciotola tutto, lavorate a velocità media un’altro paio di minuti fino all’incordatura. L’impasto dovrà essere liscio, lucido e la planetaria pulita. Trasferite l’impasto in una spianatoia e prelevate un pezzetto che dovrete riporre o in un bicchiere dove andrete a sistemare un’elastico che vi servirà come indicatore o in un vaso graduato, questo servirà come indicatore di lievitazione. Pirlate il restante impasto e disponetelo nuovamente nella ciotola della planetaria coprite ciotola e bicchiere con pellicola trasparente. Ora disponete ciotola e bicchiere con il pezzetto di impasto nel forno spento con la lucina accesa, o se avete la possibilità accendete il forno a 30° e lasciate lievitare tutta la notte. L”indicatore di lievitazione deve triplicare e allora significa che l’impasto è pronto per il secondo impasto, ci vorranno circa 13/14 ore, se non fosse triplicato aspettate altrimenti il tempo di lievitazione sarà maggiore nel secondo impasto.

Secondo impasto

  1. Ora che l’impasto è lievitato e sarà triplicato, aggiungete anche il pezzetto di indicatore a tutto l’impasto e riponete la ciotola con l’impasto e il gancio della planetaria in frigorifero per mezz’ora, perchè è bene partire con l’impasto freddo come abbiamo fatto con il pandoro. Trascorso la mezz’ora tiriamo fuori il tutto ed aggiungiamo la farina al primo impasto, la lasciamo incorporare bene fino all’incordatura a velocità media non prendete paura se vedete che il tempo è lungo ci vorranno circa 15/20 minuti. Quando l’impasto sarà perfettamente incordato aggiungiamo lo zucchero, il burro a temperatura ambiente, il sale, la vaniglia e il tuorlo leggermente sbattuto, azioniamo nuovamente la planetaria a velocità media e riportiamo a incordatura, ci serviranno circa 15 minuti. Ora aggiungete le gocce di cioccolato fondente  e lasciate lavorare a bassa velocità finché le gocce di cioccolato fondente si è ben distribuita in tutto l’impasto. Ora ricoprite la ciotola con la pellicola e lasciate riposare l’impasto un’ora. Mettete l’impasto in una spianatoia e lasciatelo puntare per 15 minuti. Ora procedete alla pirlatura, e lasciate puntare nuovamente per altri 15 minuti. fate un’ultima pirlatura e mettete l’impasto nel contenitore per il panettone, ricopritelo con la pellicola e riponetelo a lievitare in forno con la luce accesa e se avete la possibilità accendetelo a 30° non di più. Lasciatelo lievitare fino a raggiungere i 2 cm dal bordo, circa per 8/10 ore.

Scarpatura

  1. Trascorso il tempo di lievitazione, estraete il panettone al cioccolato, togliete la pellicola e intanto riscaldate il fono statico a 170°.Procedete al taglio a croce e al sollevamento dei lembi e mettete al centro un pezzetto di burro. Questa operazione si chiama “scarpatura” e consiste nell’incidete a croce il panettone, per una profondità di circa 3/4 mm, ora alziamo e allarghiamo ciascuno dei 4 lembi, utilizzando una lametta per staccare lo strato esterno da quello sotto del panettone con pasta madre, e disponiamo al centro un pezzo di burro, richiudiamo i lembi sopra al panettone, questa operazione servirà per la buona riuscita della lievitazione in cottura del panettone al cioccolato.

Cottura

  1. Ora inforniamo il panettone al cioccolato e lo cuociamo per 50/55 minuti, per verificare la cottura usate un termometro a sonda e vetrificate che al centro sia circa 95 . Quando sarà cotto tirate fuori il panettone al cioccolato e infilzatelo con dei ferri, vanno bene anche quelli per lavorare la lana e capovolgetelo, lo potete appoggiare anche a una pentola capiente o a una bacinella. Lasciatelo così per almeno 2 ore, io l’ho lasciato tutta la notte. Trascorse almeno 12 ore potete riporre il panettone in un sacchetto per conservarlo.

Dove mi trovi?

Se ti è piaciuta la mia ricetta e vuoi rimanere sempre aggiornata sulle mie novità

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Instagram Twitter Google+ Pinterest

Segui il mio canale Youtube e iscriviti

Ti puoi iscrivere al nuovo canale Telegram

Se vuoi puoi ritornare alla Home e trovare nuove idee per i tuoi piatti

Se ti va lascia un commento sull’apposito spazio qui sotto.

Precedente Vol au vent al salmone e uova di lombo Successivo Crema al torrone golosissima

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.