Crea sito

Pandoro con lievito madre allo zabaione

Pandoro con lievito madre allo zabaione Dopo aver provato il Pandoro Morandin nella versione classica ho voluto sbizzarrirmi e provarlo in altre versioni e così è nata questa versione. Una sofficità unica un sapore deciso e un profumo fantastico che si sprigiona anche in cottura, mi ha soddisfatto un sacco ed è piaciuto molto anche in famiglia, tanto che mia figlia me ne ha ordinato uno per la vigilia che passerà a casa del suo fidanzato. Il sapore del vino marsala non è predominante sul sapore di tutto il pandoro quindi non copre i sapori ma li esalta. Ti consiglio inoltre di guardare e salvare tra i tuoi preferiti la SPECIALE RACCOLTA DI RICETTE NATALIZIE troverai delle fantastiche ricette di tutti i tipi dagli antipasti al dolce, piatti di carne e di pesce adatti a vegani e vegetariani, insomma per ogni esigenza.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi nella mia pagina facebook mi trovi anche su Instagram Twitter  Pinterest Youtube ti puoi anche iscrivere al canale Telegram

Pandoro con lievito madre allo zabaione
  • DifficoltàAlta
  • CostoBasso
  • Porzioni
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1Tuorli
  • 10 gAmido di mais (maizena)
  • 30 gZucchero
  • 50 mlLatte di soia (o vaccino)
  • 50 mlMarsala

Preparazione

  1. Il procedimento e gli ingredienti che dovrete seguire per realizzare questo buonissimo Pandoro con lievito madre allo zabaione è lo stesso del classico pandoro Morandini la cui ricetta  e procedimento la trovate QUI.

  2. La variante sta nella crema pasticcera che dovrete realizzare da  inserire durante il secondo impasto. La crema pasticciera la dovete preparare la sera del primo impasto, così poi la conserverete in frigo tutta la notte e al mattino la aggiungerete bella fredda. 

  3. Versate l’uovo in un pentolino, aggiungete lo zucchero e la maizena, e mescolare con cura, meglio se con un frustino .Aggiungere molto lentamente e sempre mescolando il latte e il marsala, facendo attenzione ad eliminare eventuali  grumi. Mettete la pentola  sul fuoco e fate addensare la crema, lasciatela raffreddare e poi copritela con della pellicola trasparente e conservatela in frigo, fino alla mattina seguente che dovrete fare il secondo impasto.

  4. Successivamente seguite il procedimento che trovate QUI.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.