Baci di dama, ricetta originale da fare a casa

Baci di dama: cosa racchiude un nome così bello? Un dolce composto da due calotte di pasta, unite entrambe dalla crema di cioccolato (nocciola o bianco). Scopriamo qualcosa di più su questo dolce, nato “appena” 200 anni fa! 🙂

Credit: Wikipedia
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Ora 40 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni20-25
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per realizzare 20-25 baci di dama, avrai bisogno di:

100 g nocciole tostate
120 g farina 00
100 g burro
80 g zucchero semolato
q.b. sale
q.b. crema di nocciole

Strumenti

Strumenti per realizzare i baci di dama

1 Tritatutto

Passaggi

PROCEDIMENTO

Poni le nocciole in un tritatutto e tritale finemente, poi mettile da parte. In una ciotola a parte, versa il burro sciolto a temperatura ambiente (se ti dimentichi di toglierlo dal frigo per farlo ammorbidire mettilo nel forno a microonde e, una volta che si raffredda, aggiungilo), le nocciole tritate, lo zucchero e mescola il tutto con un cucchiaio in legno. Aggiungi poco alla volta, sempre mescolando, la farina e il sale.

Amalgama il composto con le mani e continua fino a quando non avrai ottenuto un panetto liscio e morbido. Ricoprilo con un foglio di pellicola e metti a riposo nel frigorifero per un’oretta. Successivamente riprendi il panetto e forma le palline: ogni pallina dovrà pesare c.ca 7 grammi. Arrotole bene e riponile nella placca del forno ricoperte con la carta da forno (è importante che siano ben distanziate le une dalle altre).
Falle riposare in frigo per altri 40 minuti. Inforna a forno preriscaldato per 20 minuti a 160 gradi. A cottura ultimata, fai raffreddare le palline dopodiché farcisci ognuna con un cucchiaino di crema di nocciole.
I tuoi baci di dama sono pronti ! 🙂

Curiosità

Secondo la leggenda, i baci di dama sarebbero nati grazie a un cuoco della famiglia Savoia, il quale propose questo nuovo dolce a Vittorio Emanuele II. Da allora questa ricetta fece il giro del mondo e venne proposta in diverse varianti (vedi baci di Alassio).

/ 5
Grazie per aver votato!