Sorbetto tricolore

Il sorbetto tricolore è un dessert semplice e raffinato preparato con frutta e yogurt che vi farà fare un’ottima figura con i vostri ospiti. I colori ricordano ovviamente la bandiera italiana!

Sorbetto tricolore
Sorbetto tricolore

 

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 6 kiwi
  • 250 gr di fragole
  • un vasetto di yogurt bianco
  • 100 ml di panna da montare
  • 4 gr di gelatina in fogli
  • 2 cucchiai di zucchero

Procedimento: Mettete a bagno la gelatina per qualche minuto.

Sbucciate i kiwi, tagliateli a pezzettini e frullateli. Trasferite il composto in una casseruola e fatelo scaldare, aggiungendo un cucchiaio di zucchero e metà della gelatina ammollata e strizzata, fatela sciogliere perfettamente e spegnete il fuoco. Quando il purè di kiwi si è raffreddato versatelo in 6 bicchieri e metteteli in frigorifero per 30 minuti.

Trascorsi 25 minuti montate la panna e aggiungete un vasetto di yogurt. Mescolate accuratamente e versate il preparato nei bicchieri sopra la crema di kiwi, Rimettete i bicchieri in frigo per altri 20 minuti.

Nel frattempo preparate la crema alle fragole. Staccate il picciolo alle fragole, lavatele, tagliatele a pezzettini e frullatele. Trasferitele in una casseruola e fatele scaldare con un cucchiaio di zucchero. Aggiungete l’altra metà della gelatina ammollata e strizzata e fatela squagliare. Fate raffreddare il purè di fragole e versatelo sopra alla crema di yogurt.

image

Mettete i bicchieri di nuovo in frigorifero per almeno due ore prima di servirli.

Il sorbetto tricolore è perfetto in ogni occasione come dessert a fine pasto, come merenda e in ogni momento che ne avete voglia!

Consigli: L’uso della gelatina con il kiwi (come pure con l’ananas) è sconsigliato per la presenza, in questi due frutti, di alcuni enzimi che ne impediscono la solidificazione. In questa preparazione io l’ho usata ugualmente poiché la crema al kiwi è situata al primo strato quindi anche se non è perfettamente solidificata il risultato è comunque valido.

Le dosi variano a seconda dei bicchieri che utilizzate, più sono piccoli e più porzioni otterrete, ad esempio se utilizzate bicchieri da vino ce ne escono 6 porzioni, mentre con quelli da acqua 4.

Se avete trovato interessante questa ricetta venite a trovarmi sulla mia pagina Facebook Cuciniamopasticciando mettendo mi piace sul box sottostante. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.