Stecche di pane senza impasto

Le stecche di pane senza impasto, conosciute come le stecche di Jim, sono un pane facilissimo da preparare perché non è richiesta alcuna particolare lavorazione: si mettono gli ingredienti in ciotola, si impastano velocemente senza troppa attenzione e poi si lascia tutto lì per almeno dodici ore. Qualche breve passaggio il giorno dopo e via in forno: le stecche di pane senza impasto sono pronte, croccanti fuori e morbide dentro!

stecche di pane senza impasto
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4 stecche
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gFarina 0
  • 3 gSale
  • 3 gZucchero
  • 1 gLievito di birra secco
  • 350 mlAcqua (Fredda 13/18 °C)
  • 60 gOlio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Mescolare la farina, il sale, lo zucchero e il lievito in una ciotola. Aggiungere l’acqua e mescolare con un cucchiaio di legno per trenta secondi fino ad ottenere un impasto umido ed appiccicoso. Coprire la ciotola e lasciar riposare l’impasto a temperatura ambiente per 12/18 ore fino a che sulla superficie non si saranno formate delle bollicine e l’impasto sarà raddoppiato di volume.

    Trascorso il tempo necessario alla prima lievitazione trasferire l’impasto sul piano di lavoro abbondantemente infarinato. Lavorando con un tarocco o una spatola ripiegare l’impasto su se stesso per due o tre volte e modellarlo aiutandosi con le mani per ottenere una palla schiacciata. Spennellare la superficie con un pochino di olio e se volete (la ricetta originale ha questo passaggio) cospargere con 1/4 di cucchiaino di sale grosso.

    Sul piano di lavoro posizionare un canovaccio e cospargerlo con abbondante farina di mais, farina 0 o crusca. Trasferirvi sopra il panetto in modo che la parte piegata sia sotto. Se il panetto è appiccicoso cospargerlo con un po’ di farina. Ripiegare il canovaccio sull’impasto per coprirlo ma senza stringerlo e lasciarlo lievitare per 1 o 2 ore in luogo tiepido e al riparo da correnti d’aria. E’ pronto quando sarà raddoppiato di volume.

    Mezz’ora prima che si concluda la seconda lievitazione riscaldare il forno a 260 °C posizionando la griglia al centro. Ungere con un po’ d’olio una teglia che abbia una dimensione di 33 x 45 centimetri.

    Trascorso il tempo di riposo tagliare l’impasto in quattro parti da 150 grammi ciascuna e allungarle in modo da ottenere un bastone (una stecca) lungo circa quanto la teglia. Trasferire le quattro stecche nella teglia lasciando un paio di centimetri tra una e l’altra. Spennellarle con l’olio extravergine d’oliva e cospargere con 1/2 cucchiaino di sale grosso (io non l’ho messo perché le preferisco senza).

    Cuocere in forno per 15/25 minuti fino a che la crosta non diventa di un bel colore dorato scuro. Quando le stecche saranno pronte lasciarle raffreddare nella teglia per cinque minuti e poi trasferirle su una gratella fino a che non saranno completamente fredde.

Note

Aggiungendo il sale in superficie le stecche tendono a diventare molli nel giro di qualche ora e per farle tornare croccanti è necessario scaldarle in forno per qualche minuto.

Per la ricetta del pane senza impasto e per scoprire chi è Jim QUI.

La ricetta è tratta dal libro “Pane senza impasto” di Jim Lahey.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.