Purè di patate allo zafferano

Purè di patate allo zafferano

Io adoro le patate! Che siano lesse, al forno o fritte, utilizzate per fare gli gnocchi o il gateau ne mangerei in quantità! Ma fra tutte le preparazioni possibili la mia preferita è il purè di patate! Al supermercato si trovano le buste già pronte ma prepararlo in casa è davvero facile e avrete tutto il gusto delle patate che sceglierete voi! Il purè di patate allo zafferano è un contorno delizioso! La preparazione è semplicissima e il risultato è goloso! Denso e cremoso il purè di patate allo zafferano è l’ideale per accompagnare secondi di carne! Il purè è speciale al naturale ma è molto buono anche aromatizzato: utilizzando lo zafferano porterete in tavola un purè gustoso e colorato che piacerà a tutti… anche ai bambini! E per un purè rosso provate ad aggiungere una piccola quantità di concentrato di pomodoro!

Purè di patate allo zafferano Cucina vista mare

Ingredienti

500 g di patate

40 g di burro

150 g di latte

noce moscata q.b.

sale q.b.

50 g di parmigiano

1 bustina di zafferano

Lessare le patate (io ho utilizzato le patate rosse di Colfiorito che sono adatte a quasi tutte le preparazioni; le patate ideali per il purè sono comunque quelle farinose mentre non vanno bene le patate novelle), e schiacciarle. Scaldare il latte. Sciogliere la bustina di zafferano in un pochino di latte. Io ho utilizzato i pistilli che sono un pochino più costosi rispetto alla bustina di zafferano ma hanno un gusto migliore. Aggiungere alle patate il burro, la noce moscata e il sale. Porre la pentola sul fuoco e unire un po’ alla volta il latte bollente. Mantecare con il parmigiano tenendo il fuoco basso. L’aggiunta del parmigiano è facoltativa. Nel mio purè di solito non lo metto ed è comunque gustoso. A cottura ultimata unire anche la bustina di zafferano sciolta nel latte e mescolare bene così da diffonderla e da colorare in maniera omogenea il purè. E’ essenziale che il latte sia caldo perché utilizzando il latte a temperatura ambiente o freddo si potrebbero formare dei grumi. E’ possibile preparare il purè in anticipo e riscaldarlo prima di servire aggiungendo un po’ di latte caldo.

Se vi piacciono le mie ricette seguite la pagina FACEBOOK con un “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche!

Curiosità

Il nome purè deriva probabilmente dal latino “purare” cioè rendere puro a motivo forse della lunga bollitura che “purificava” gli alimenti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.