Insalata di polpo con patate in slow cooker

L’insalata di polpo con patate in slow cooker è una ricetta a base di pesce ottima sia come antipasto che come secondo: un piatto estivo da servire tiepido o freddo semplicissimo da preparare! Come tutte le ricette tradizionali anche l’insalata di polpo con patate ha le sue varianti: qualcuno aggiunge i pomodorini mentre altri l’arricchiscono con le olive nere. Potete personalizzarla come più vi piace. Per prepararla ho scelto la versione più classica e per la cottura ho utilizzato la slow cooker. Il risultato? Un polpo morbidissimo, gustoso, saporito e soprattutto nessuna fatica per cuocerlo! Pronti a preparare la vostra insalata di polpo con patate in slow cooker?

Insalata di polpo con patate in slow cooker Cucina vista mare
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Porzioni1/2 persone
  • Metodo di cotturaAltro
  • CucinaItaliana
151,28 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 151,28 (Kcal)
  • Carboidrati 13,08 (g) di cui Zuccheri 2,31 (g)
  • Proteine 14,63 (g)
  • Grassi 4,86 (g) di cui saturi 1,05 (g)di cui insaturi 0,80 (g)
  • Fibre 1,49 (g)
  • Sodio 392,21 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti

  • 500 gpolpo
  • 2 fogliealloro
  • 1 spicchioaglio
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 240 gpatate
  • 5 gprezzemolo tritato
  • 2 cucchiainiolio extravergine d’oliva
  • 1/2limone (succo)
  • 4 gsale

Strumenti

Preparazione

  1. Per preparare l’insalata di polpo con patate in slow cooker ho utilizzato un polpo congelato già pulito. L’ho tirato fuori la sera prima dal congelatore e l’ho lasciato scongelare in frigorifero lentamente. Il mattino seguente era già pronto. Mi è bastato lavarlo bene sotto l’acqua e metterlo in cottura.

    Se però sulla vostra confezione non è specificato che il polpo è già pulito o se utilizzate un polpo fresco (ma in questo caso dovrete controllare da voi i tempi di cottura perché non ho provato) dovrete pulirlo: sciacquare il polpo sotto l’acqua corrente strofinando bene la testa e i tentacoli. Asciugarlo tamponandolo con carta da cucina: eliminare gli occhi e il becco incidendo la zona con un coltellino. Se il polpo è fresco andrebbe anche battuto per rompere le fibre e rendere le carni più morbide. Se presenti estrarre le interiora dalla sacca e sciacquare ancora bene il polpo sotto l’acqua corrente.

    Sul fondo della slow cooker distribuire l’olio (io ne ho utilizzato solo un cucchiaio ma potete anche metterne un po’ di più). Adagiare il polpo all’interno della pentola con la bocca verso l’alto (la testa va sotto). Aggiungere uno spicchio d’aglio e due foglie d’alloro. Chiudere la slow cooker con il suo coperchio e avviarla su HIGH per quattro ore. Non aggiungete acqua. Non occorre nulla. State tranquilli il polpo non brucerà! Sarà lui stesso a tirare fuori acqua.

    Al termine della cottura spegnere la slow cooker e lasciar raffreddare il polpo all’interno.

    Lessare le patate (potreste metterle anche all’interno della slow cooker ma in cottura il polpo rilascia la sua acqua gelatinosa che andrebbe ad avvolgere le patate e non la gradisco né per aspetto né per sapore).

    Preparare l’emulsione: in una ciotolina mescolare i due cucchiaini d’olio, il sale, il succo di limone e il prezzemolo.

    Quando il polpo sarà freddo tagliarlo a pezzettini, trasferirlo in una ciotola con le patate e condirlo con l’emulsione. Mescolare bene e servire.

    Se preferite potete tenere il polpo con le patate in frigorifero e servirlo freddo.

Note

Spesso mi chiedete come mai le dosi per i piatti di pesce sono per una persona. La risposta è semplice: in casa siamo due ma io non mangio pesce. Non mi piace. Il polpo men che mai. Quindi il pesce lo cucino ma non lo assaggio mai. Dunque a meno che io non abbia ospiti, solitamente cucino il pesce per uno soltanto. Perciò adattate le quantità ai vostri commensali. Per questa ricetta: se la servite come piatto unico sarà sufficiente per una persona, se invece la preparate come antipasto va bene anche per due.

Trovate altre ricette preparate con la slow cooker QUI.

Se volete approfondire l’argomento QUI trovate la mia recensione.

La mia slow cooker la trovate QUI.

In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.