Crea sito

Pizza di mais con salsiccia e radicchio

La pizza di mais con salsiccia e radicchio è una pizza un po’ speciale. No, non è una pizza senza glutine e non è nemmeno una pizza di polenta. L’impasto della pizza di mais con salsiccia e radicchio è preparato infatti nel modo più classico con un mix di farine che ha come base la farina di mais fioretto. L’utilizzo della farina di mais fioretto dona alla pizza un bel colore giallo e una croccantezza tutta particolare. Il condimento è ricco: salsiccia, radicchio e cipolle rosse. Adoro questo accostamento di sapori!

pizza di mais con salsiccia e radicchio
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto

  • 150 gFarina di mais fioretto
  • 120 gFarina w 320 (O Manitoba)
  • 80 gFarina 0
  • 1 bustinaLievito di birra secco
  • 6 gSale
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 250 mlAcqua

Per il condimento

  • 2Salsicce
  • 2Mozzarelle
  • 2 cespiRadicchio tardivo di Treviso
  • 1Cipolla rossa
  • 350 gPolpa di pomodoro
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale
  • q.b.Origano
  • q.b.Aglio in polvere

Preparazione

  1. pizza di mais con salsiccia e radicchio

    Preparare l’impasto: nella ciotola della planetaria versare l’acqua e il sale poi aggiungere l’olio, le farine, il lievito e lavorare fino ad ottenere un impasto morbido, elastico e compatto. Trasferirlo sulla spianatoia, lavorarlo ancora con le mani, formare una palla e riporla all’interno di una ciotola leggermente infarinata, coprirla e lasciar lievitare il panetto per due ore o fino al raddoppio del volume.

    Nel frattempo occuparsi del condimento: mondare la cipolla, tagliarla a fette e cuocerla in padella con un cucchiaio d’olio e un pochino di acqua fino a che non sarà morbida. Lavare il radicchio e tagliarlo a pezzettini. Eliminare il budello delle salsicce e dividerle a pezzettini. Tagliare a cubetti le mozzarelle. Versare la polpa di pomodoro in una ciotola e condirla con un filo d’olio, il sale, l’aglio in polvere e l’origano o se preferite il basilico.

    Trascorso il tempo di riposo trasferire il panetto lievitato sul piano di lavoro e dividerlo in due parti. Ungere leggermente due teglie per pizza da 26 centimetri e stendere ciascun panetto con le mani cercando di ottenere uno spessore uniforme. Coprire le pizze con un canovaccio e lasciarle riposare per trenta minuti.

    Distribuire sulle pizze il pomodoro, aggiungere il radicchio e la salsiccia e cuocere in forno preriscaldato a 220 °C per quindici minuti poi aggiungere la cipolla e la mozzarella e proseguire la cottura per altri cinque minuti o fino a che la mozzarella non sarà fusa.

Note

Da un’idea di “La cucina italiana” gennaio 2020

E’ importante che la farina di mais utilizzata sia a grana sottile, l’ideale è la fioretto per evitare di sentire i granelli di farina di mais sotto i denti al momento della degustazione. Io ho fatto fatica a trovarla: la fioretto disponibile nel mio supermercato di zona non è affatto a grana fine, anzi… dopo qualche ricerca in un negozio di alimentazione biologica ho trovato una farina fioretto a macinatura molto sottile perfetta per questo tipo di preparazione.

Potrebbe piacervi

Pizza ladina

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.