Pasta alla Norma

Pasta alla Norma

La pasta alla Norma simbolo della cucina tradizionale siciliana è un primo piatto estivo, ricco e molto gustoso. La pasta alla Norma racchiude in sé tutti i profumi, i colori e i sapori della splendida Sicilia! Il sugo si prepara con salsa di pomodoro, melanzane fritte, ricotta salata e basilico. Naturalmente le versioni della pasta alla Norma sono tantissime: pecorino, parmigiano, caciocavallo, ragusano, capperi, acciughe, mozzarella, ricotta infornata, melanzane a fette, a striscioline, a cubetti, fritte o grigliate… per non parlare del formato della pasta: la ricetta classica prevede i maccheroni, ma c’è chi usa le mezze maniche, le pennette o gli spaghetti… E voi come la preparate?



Ingredienti per 4 persone

320 g di mezze maniche

1 kg di pomodori

4 melanzane

50 g di ricotta salata

1 cipolla

olio extravergine d’oliva

basilico

sale

pepe

olio di semi per friggere

Lavare le melanzane e tagliarle a cubetti. Metterle in uno scolapasta. Salarle e farle spurgare per una mezz’oretta in modo che perdano il loro gusto amarognolo. Risciacquarle e asciugarle. In un tegame capiente friggere le melanzane in olio bollente, scolarle e farle asciugare su carta assorbente. Soffriggere la cipolla affettata sottilmente nell’olio, aggiungere i pomodori sbollentati e spellati e lasciar cuocere il sugo. Poi unire le melanzane, regolare di sale e pepare. Cuocere le mezze maniche (ricordate la ricetta originale prevede i maccheroni ma io non li avevo e in ogni caso per questo sugo la pasta corta è la scelta migliore), in acqua bollente salata, scolarla al dente e saltarla in padella con la salsa. Completare con la ricotta grattugiata e il basilico fresco e servire.

Fonte della ricetta: Lezioni di cucina di Luca Montersino.

Se la ricetta vi è piaciuta seguitemi sulla pagina FACEBOOK  lasciando il vostro mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche!

Curiosità

Questa gustosissima pasta “cu li milinciani” deve il suo nome al commediografo catanese Nino Martoglio che mangiandola esclamò: “Chista è ‘na vera Norma!” paragonando la sublime bontà della pasta all’opera lirica di Vincenzo Bellini al quale è dedicato il Teatro Massimo di Catania. Si racconta che sia stata preparata proprio in omaggio al compositore e servita in occasione della prima mondiale della Norma. Verità o leggenda? Ma che importa … è bello pensare che sia andata proprio cosi!

2 Risposte a “Pasta alla Norma”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.