Crea sito

Passatelli: come farli in casa

I passatelli sono un tipo di pasta che appartiene alla tradizione dell’Emilia Romagna ma sono diffusi anche in Umbria, nelle Marche e nella zona di Roma. E’ una ricetta semplice quella dei passatelli, una ricetta povera e come tutte le ricette d’antica tradizione, nasce anche dalla necessità di recuperare e utilizzare gli avanzi, in questo caso pane raffermo e formaggio indurito. Per preparare i passatelli occorre l’apposito “ferro”, un disco di forma convessa, forato, con un manico orizzontale e due impugnature laterali: si poggia l’impasto sul piano di lavoro, lo si schiaccia con forza con il ferro e dai buchi salgono i passatelli. Naturalmente fuori regione non è così semplice trovare il ferro anche se ormai online tutto è reperibile ma di certo non possiamo acquistare tutti gli “arnesi” da cucina che ci sono in giro per questo ho utilizzato un classico schiacciapatate a fori grossi. Preparare l’impasto dei passatelli non è difficile ma ci sono alcune accortezze alle quali prestare attenzione: andiamo in cucina che vi spiego tutto!

Passatelli Cucina vista mare
  • Preparazione: I tempi di riposo + 10 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 120 g Pangrattato
  • 120 g Parmigiano reggiano (da grattugiare)
  • 170 g Uova (circa 3)
  • 1/2 Scorza di limone (facoltativo)
  • q.b. Sale
  • q.b. Noce moscata (facoltativo)

Preparazione

  1. Grattugiare la scorza del limone facendo attenzione a non prelevare la parte bianca e tenerla da parte. Rompere le uova, batterle leggermente con una forchetta con un pizzico di sale e lasciarle da parte. In una ciotola capiente versare il pangrattato e il parmigiano grattugiato poi aggiungere la scorza del limone e una grattugiata di noce moscata abbondante. Lavorare il composto con le mani fino ad ottenere un panetto compatto ed elastico. Se il composto risultasse troppo duro potete utilizzare un po’ di brodo per ammorbidirlo, se fosse troppo morbido potete aggiungere del pangrattato. Avvolgere il panetto nella pellicola e lasciarlo riposare due ore a temperatura ambiente (questo passaggio è molto importante perché renderà il panetto più compatto e non si correrà il rischio che i passatelli si rompano in cottura.

  2. Trascorso il tempo di riposo dividere il panetto in parti più piccole e inserirle all’interno dello schiacciapatate: schiacciare con forza e vedrete uscire i passatelli (non mettete troppo impasto all’interno dello schiacciapatate o farete una grossa fatica). Man mano che i passatelli saranno pronti sistemarli su un vassoio leggermente infarinato.

  3. Per la cottura vi basterà cuocerli nel brodo a bollore giusto il tempo che vengono a galla.

Note

Per realizzare i passatelli è importante fare attenzione alla scelta del pangrattato che non deve contenere grassi: se lo acquistate al supermercato controllate che sia solo pangrattato ottenuto da pane appositamente prodotto (nel mio la lista degli ingredienti dice farina di grano tenero 0 e lievito di birra).

Se il pangrattato avesse una grana troppo grossa potete frullarlo per renderlo più sottile.

Per ovviare al problema dello sfaldamento dei passatelli in cottura alcuni aggiungono la farina. Seguendo la ricetta di Giallo Zafferano senza modificare le dosi e rispettando i tempi di riposo non ho avuto problemi.

Non è consigliabile congelare l’impasto per i passatelli né i passatelli già fatti. Ben sigillato nella pellicola l’impasto si conserva in frigorifero per un giorno. Ma la cosa migliore è farli e consumarli subito.

Non tutte le ricette prevedono di aggiungere scorza di limone e noce moscata ma danno un profumo e un gusto più intenso ai passatelli: se preferite potete ometterli.

Vi aspetto sulla pagina FACEBOOK con tante idee per la vostra tavola!

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.