Crea sito

Pane con farina Senatore Cappelli

Pane con farina Senatore Cappelli

Pane con farina Senatore Cappelli: continuano i miei esperimenti sull’utilizzo della farina Senatore Cappelli nella preparazione del pane. Lo ripeto spesso: la qualità della farina rende più buono il pane… e allora poiché un po’ di “fatica” per farlo ci vuole usiamo i prodotti migliori e otterremo un pane eccellente. Il primo esperimento non è riuscito molto bene (lo trovate QUI) così ho deciso di fare un passo indietro… l’obiettivo è sempre quello di ottenere un pane integrale utilizzando la farina Senatore Cappelli in purezza, come unico ingrediente, ma con le farine integrali c’è da studiare, vanno trattate in modo diverso… per questo ho ricominciato da capo mescolando  la farina di grano Senatore Cappelli con altre farine: il risultato è stato un pane profumato e saporito… un pane dal gusto “quasi antico”.

Pane con farina Senatore Cappelli Cucina vista mare

100 gr di pasta madre rinfrescata

300 ml di acqua

150 gr di farina integrale Senatore Cappelli

100 gr di farina 2

100 gr di farina w 350

100 gr di farina di farro

12 gr di sale

Sciogliere la pasta madre nell’acqua, aggiungere le farine e il sale. Impastare delicatamente a mano o se preferite potete utilizzare l’impastatrice. Formare una palla e lasciarla lievitare cinque ore. Fare un giro di pieghe (QUI per vedere come fare) e porre a lievitare in un cestino da lievitazione per due ore. Scaldare il forno a 250° con un pentolino di acqua all’interno. Quando il forno ha raggiunto la temperatura rovesciare il pane sulla teglia, abbassare la temperatura a 230° e lasciar cuocere per 10 minuti poi continuare la cottura a 200° per 25 minuti. Le temperature e i tempi di cottura sono solo indicativi poiché ogni forno è diverso. Far raffreddare il pane su una gratella prima di tagliarlo a fette.

Vi aspetto sulla pagina FACEBOOK con tante nuove ricette e idee per la vostra cucina!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.