Pane bicolore

Il pane bicolore è un lievitato scenografico dalla crosta croccante e l’interno morbido e colorato. Pasta madre e lievitazione lenta regalano al pane un profumo speciale. Per ottenere il colore rosa (ma in cottura i pigmenti cambiano) ho utilizzato la polvere di barbabietola essiccata, un prodotto naturale che non altera in alcun modo il gusto delle preparazioni a cui viene aggiunta. Potete però usare anche le carote viola ma il colore risulterà meno intenso. Il pane bicolore farà una gran figura sulla vostra tavola… io la prossima volta vorrei farlo al cioccolato. Che dite ci provo?

Pane bicolore Cucina vista mare
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni1 filone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto bianco

  • 270 gfarina tipo 2
  • 175 gacqua
  • 75 gpasta madre
  • 5 gsale
  • 5 golio extravergine d’oliva

Per l’impasto colorato

  • 255 gfarina tipo 2
  • 15 gpolvere di barbabietola essiccata
  • 175 gacqua
  • 75 gpasta madre
  • 5 gsale
  • 5 golio extravergine d’oliva

Strumenti

  • Impastatrice Kitchenaid Artisan
  • Cestino da lievitazione
  • Taglierina per pane

Preparazione

Preparare l’impasto bianco

  1. Nella ciotola dell’impastatrice versare l’acqua a temperatura ambiente, aggiungere la pasta madre (rinfrescata e lasciata a temperatura ambiente fino al raddoppio) e iniziare a lavorare con il gancio in modo da scioglierla. Unire la farina, il sale e l’olio e lavorare l’impasto fino a che non sarà liscio, omogeneo ed incordato. Trasferirlo all’interno di una ciotola leggermente infarinata, coprirlo con la pellicola e lasciarlo maturare in frigorifero per 12 ore.

Preparare l’impasto colorato

  1. Nella ciotola dell’impastatrice versare l’acqua a temperatura ambiente, aggiungere la pasta madre (rinfrescata e lasciata a temperatura ambiente fino al raddoppio) e iniziare a lavorare con il gancio in modo da scioglierla. Unire la farina, la polvere di barbabietola, il sale e l’olio e lavorare l’impasto fino a che non sarà liscio, omogeneo ed incordato. Trasferirlo all’interno di una ciotola leggermente infarinata, coprirlo con la pellicola e lasciarlo maturare in frigorifero per 12 ore.

Unire i due impasti e formare il pane

  1. Pane bicolore Cucina vista mare

    Trascorso il tempo di riposo trasferire i due impasti sul piano di lavoro e stenderli delicatamente con il mattarello o se vi trovate meglio anche con le mani, cercando di ottenere due rettangoli che abbiano la stessa dimensione. Posizionare il rettangolo alla barbabietola su quello bianco e chiudere i lembi esterni verso il centro. Formare un filone o se preferite una pagnotta rotonda e riporla all’interno di un cestino da lievitazione ben infarinato con la chiusura verso l’alto. Coprire con la pellicola o con uno strofinaccio e lasciar lievitare a temperatura ambiente per quattro ore.

Cuocere il pane

  1. Capovolgere il cestino su una teglia rivestita con carta forno. Praticare qualche incisione sulla superficie utilizzando un’apposita taglierina per pane e cuocere in forno preriscaldato statico a 250 °C per 35 minuti circa (ricordate che il tempo dipende molto dal forno).

    Sfornare il pane e lasciarlo raffreddare su una gratella prima di tagliarlo.

Note

Se non trovate la polvere di barbabietola potete colorare l’impasto con le carote viola: dovrete bollirne 4/5 in acqua e utilizzarla per impastare. Alcuni frullano anche le carote insieme all’acqua per ottenere un colore più intenso ma ciò aumenta l’idratazione e se aggiungete farina l’impasto si sbilancia. Dalle prove fatte il risultato migliore si ottiene con la polvere.

Da non perdere

Pane senza impasto

In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.