Crea sito

Pane al pomodoro

Pane al pomodoro

Il pane al pomodoro… quante volte è stato la mia merenda da bambina… pane a fette, pomodoro “strusciato” sopra, olio e sale… qualche volta invece il pomodoro la mamma ce lo metteva a fette… una merenda semplice, preparata con tutto l’amore di cui una mamma è capace… forse è per questo che era così buono… E quando, sul libro “Pasta madre, pane nuovo, grani antichi” di Antonella Scialdone, ho trovato la ricetta del pane al pomodoro non ho resistito e l’ho provata subito! Il pane al pomodoro ha i pomodori secchi nell’impasto, è profumato, saporito e molto gustoso e va servito con i bocconcini di mozzarella di bufala, olio extravergine d’oliva e origano… sprigionerà così tutto il suo sapore!

Pane al pomodoro Cucina vista mare

Ingredienti

250 gr di semola rimacinata di grano duro

180 gr di acqua

75 gr di pasta madre rinfrescata

15 ml di olio extravergine d’oliva

50 gr di pomodori secchi

4 gr di sale

Nella ciotola della planetaria mettere la semola, aggiungere l’acqua e mescolare senza formare un impasto: si deve soltanto unire l’acqua alla farina (autolisi), coprire e far riposare per mezz’ora. Trascorso il tempo di riposo aggiungere la pasta madre e iniziare ad impastare. Unire anche il sale, poi l’olio e quando l’impasto è quasi pronto aggiungere i pomodorini secchi tagliati a pezzettini. Lavorare l’impasto ancora un po’, formare una palla e trasferirlo all’interno di una ciotola ben oleata. Coprire e lasciar lievitare per due ore. Riprendere l’impasto, dividerlo in due parti e formare due filoncini. A questo punto io ho sistemato i filoncini in uno stampo per baguette, li ho coperti e li ho lasciati lievitare tre ore. Se non avete lo stampo, come suggerisce la ricetta originale è necessario sistemarli con la chiusura rivolta verso l’alto (quindi la parte più liscia in basso) all’interno dei cestini per lievitazione infarinati, coprire e lasciar lievitare tre ore. Poi capovolgere il pane sulla leccarda del forno. Per un metodo più casalingo è sufficiente sistemare i filoncini su un canovaccio ben infarinato e dividerli creando un divisorio con il canovaccio stesso. A lievitazione avvenuta bisognerà spostare con delicatezza i filoncini sulla leccarda del forno senza maneggiarli troppo per non compromettere la lievitazione. Cuocere in forno preriscaldato con all’interno un pentolino contenente acqua (cottura con vapore QUI per saperne di più) a 230° per dieci minuti poi abbassare a 200° e continuare la cottura per altri 15/20 minuti. Sfornare i filoncini e farli raffreddare completamente su una gratella prima di tagliarli a fette. Una piccola nota: per i miei gusti l’ho trovato un po’ salato perciò avrei omesso la dose di sale presente tra gli ingredienti poiché i pomodori secchi sono già molto saporiti. Perciò regolatevi un po’ anche in base ai vostri gusti.

Vi aspetto sulla pagina FACEBOOK dove potrete restare aggiornati con la pubblicazione delle nuove ricette!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.