Crea sito

Paccheri ripieni fritti

Paccheri ripieni fritti

I paccheri ripieni fritti sono un primo piatto appetitoso… I paccheri sono un formato di pasta abbastanza grande perfetto per essere farcito. L’ideale sarebbe trovare i paccheri freschi ma in mancanza andranno bene anche quelli secchi per realizzare la ricetta. I paccheri ripieni fritti sono ottimi da presentare a pranzo o da servire come finger food al buffet. Ci vuole solo un po’ di pazienza per riempirli e impanarli e soprattutto perché la resa sia migliore bisogna friggerli al momento… ma quale padrona di casa non è disposta a sacrificarsi un pochino per i suoi ospiti!

paccheri ripieni fritti

Ingredienti

15 paccheri

250 g di ricotta

100 g di prosciutto crudo

100 g di pisellini surgelati

2 uova

farina

pangrattato

1 cucchiaio di latte

sale

olio di semi di arachidi

Lessare pochi minuti i pisellini in acqua bollente salata. Nel mixer frullare finemente il prosciutto crudo dopo aver eliminato il grasso. Amalgamare la ricotta con il prosciutto crudo e i pisellini scottati al dente e scolati. Lavorare bene il composto per amalgamare tutti gli ingredienti. Lessare i paccheri in acqua bollente salata e scolarli al dente: teneteli cinque minuti in meno del tempo di cottura indicato sulla confezione. Sistemarli su un canovaccio pulito e lasciarli raffreddare. Nel frattempo trasferire il composto di ricotta all’interno di una tasca da pasticceria. Riempire i paccheri con il composto di ricotta. Preparare l’occorrente per l’impanatura: in una ciotola sbattere le uova, aggiungere il sale, il latte e mescolare ancora. Passare ogni pacchero nella farina poi nell’uovo e nel pangrattato e ancora nell’uovo e poi di nuovo nel pangrattato ottenendo una doppia impanatura e coprendo bene anche i lati. Man mano che vengono impanati disporre i paccheri su un vassoio. In una padella scaldare l’olio di semi di arachidi e friggere i paccheri due per volta fino a che saranno dorati. Lasciarli scolare su carta assorbente e servirli ben caldi. Potete accompagnare i paccheri fritti con un semplice sugo di pomodoro e basilico. Il prosciutto crudo si può sostituire con quello cotto e in questo caso consiglio di aggiungere alla ricotta del parmigiano grattugiato (circa 30 grammi) in modo da rendere il composto più saporito.

Se la ricetta vi è piaciuta seguitemi sulla pagina FACEBOOK lasciando il vostro “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche! Se preferite trovate su INSTAGRAM la galleria con le mie foto! Vi aspetto con tante idee per la vostra cucina!

Curiosità

Perché paccheri? Paccheri deriva da”pacca” lo schiaffo amichevole dato a mano aperta come saluto o per congratularsi. Deriva dal greco “pas” cioè tutto e “keir” mano. Quindi letteralmente sarebbe “a mano aperta” o a “mano piena”. Probabilmente è per questo che a Napoli i paccheri sono chiamati anche “schiaffoni”. E da me in Abruzzo quando ai figlioli si vuole tirare uno schiaffo si dice proprio così “mò t ding nu paccher”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.