Muffin vegani

Muffin vegani

I muffin vegani sono deliziosi, soffici, leggerissimi perché senza burro e senza uova … lo so che qualcuno pensa “senza non si può”… senza latte, senza burro, senza uova … e allora facciamoli anche senza farina … perché se si deve fare un peccato di gola meglio farlo come si deve … e come non essere d’accordo? Un dolce deve avere “la sostanza” come dice la mia nonna … ma vi assicuro che quando la dieta per motivi di salute costringe a rinunciare a tante cose la colazione o la merenda diventano molto tristi … Meno male che le alternative ci sono e i muffin vegani perfetti per chi segue una dieta vegana o per chi è intollerante non hanno nulla da invidiare ai classici muffin … E poi mettono d’accordo la voglia di dolce con l’ago della bilancia … cosa chiedere di più?

Muffin vegani Cucina vista mare

Ingredienti per 10/12 muffin

150 ml di acqua

50 ml di olio di semi

150 gr di farina

50 gr di fecola di patate

100 gr di zucchero

½ bustina di lievito

1 bustina di vanillina

1 pizzico di sale

Scaldare il forno a 180°. Rivestire gli stampi o la teglia per muffin con i pirottini. In una ciotola mettere tutti gli ingredienti secchi: la farina, lo zucchero, la fecola, il lievito, la vanillina e il pizzico di sale. Mescolare per amalgamare tra loro le polveri. Aggiungere l’acqua (ma si può usare il latte di riso, di mandorla o di soia) e l’olio (io uso quello di riso) nella ciotola con le farine amalgamando con lo sbattitore o con le fruste fino ad ottenere un impasto molto liscio ed omogeneo. Riempire i pirottini con l’impasto fino a metà altezza. Infornare i muffin e cuocerli per 15 minuti. Trascorso il tempo necessario togliere i muffin dal forno e lasciarli intiepidire. Poi spolverizzarli con lo zucchero a velo. Non contenendo uova i muffin vegani sono un po’ pallidi … se volete dare un colore più ambrato, come mi ha suggerito una lettrice, potete sostituire metà dello zucchero con lo sciroppo d’acero. Inoltre nei commenti dei lettori a fine articolo potete trovare tanti preziosi e ottimi suggerimenti per arricchire questa ricetta base.

Muffin vegani Cucina vista mare

Se la ricetta vi è piaciuta seguite la pagina FACEBOOK con un “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche!

 

Precedente Crema di zucchine Successivo Pane morbido

44 commenti su “Muffin vegani

    • cucinavistamare il said:

      Ciao Giorgia benvenuta! Io non ho ancora provato a preparare questa ricetta con altri tipi di farina. Ho però fatto dolci con la farina di kamut perché per un periodo sono stata intollerante e con la sola farina di kamut mi sono venuti un po’ appiccicosi e leggermente gommosi perciò ti consiglio di fare un mix tra la farina integrale e quella di kamut. In questo modo credo che potresti riuscire ad ottenere un buon risultato.

  1. Non sono vegana, ma lo sai perché mi interessano lo stesso le tue ricettine vegane?
    Perché sono a basso contenuto di grassi 😀 😀 😀
    Ora, devo ancora provare la tua ricetta della pasta frolla ma questi li metto in coda 😉
    Grazie per la ricetta!

    • cucinavistamare il said:

      Ciao Roberta! Neppure io sono vegana ma per un periodo sono stata intollerante e mi sono dovuta adattare a mangiare in modo diverso. Ora sono guarita ma alcune abitudini alimentari le ho conservate e ogni tanto mi preparo qualcosa di più leggero… ho faticato non poco durante i mesi in cui sono stata a dieta per questo condivido volentieri qualcuna di queste ricette in modo che possano essere utili anche ad altri… mi fa piacere che le apprezzi! Grazie!

    • cucinavistamare il said:

      Ciao ele benvenuta nel blog! Il “senza farina” era una provocazione: la maggioranza delle persone pensa che senza questo o quell’ingrediente non si possa preparare un dolce. E qualcuno sulla ricetta della pasta frolla senza burro e senza uova mi ha detto “già che ci siamo non mettiamo nemmeno la farina”. Il senso della frase era questo… Ma la farina è necessaria… se proprio non la si può utilizzare si può sostituire con quella di riso (che però rende i muffin un po’ appiccicosi) oppure si può usare la farina di farro, di grano saraceno, di kamut… a volte io le mescolo per dare ancora più sapore. Sono stata intollerante per un periodo e la mia dieta a colazione prevedeva solo gallette di riso… un po’ triste direi… così mi sono data da fare e ho trovato queste ricettine vegane che potevo introdurre nell’alimentazione. Le condivido volentieri con chi purtroppo si trova in una situazione simile alla mia.

    • cucinavistamare il said:

      Salve Alessandra! Benvenuta nel blog! Per sostituire il lievito chimico (tra le tante cose alle quali ero intollerante c’era anche quello) io acquistavo in erboristeria un lievito per dolci a base di succo d’uva, bicarbonato di sodio e amido di mais. Ma lo trovi anche nei supermercati più forniti.

  2. Per colorarli un po’, si può usare una spruzzata di curcuma, quando si mescolano le “polveri”. Funziona anche quando si fa la maionese veg o la crema pasticciera veg 🙂

    • cucinavistamare il said:

      Ciao Chiara e benvenuta nel blog! Grazie per il tuo suggerimento! Ottima idea! Mi sono limitata a preparare questi muffin seguendo la ricetta base che è molto semplice e lasciando ai lettori la possibilità di arricchirla e di adattarla alle proprie necessità… Ogni suggerimento è sempre ben apprezzato: sarà utilissimo a me e agli altri lettori del blog!

        • cucinavistamare il said:

          Spero che ti piacciano Chiara! Queste ricette purtroppo non piacciono a tutti. Hanno un gusto diverso da quelle classiche e non è facile farci l’abitudine… ma per chi è intollerante, allergico o segue un’alimentazione vegana sono perfetti! Se poi non ci sono allergie o intolleranze particolari si possono davvero arricchire in tanti modi per dare più gusto e sapore… io mi sono limitata a proporre la ricetta base semplicissima da poter poi adattare e modificare a piacimento!

          • La ricetta è bella e super veloce e mi sono venuti buonissimi! E tra l’altro io sono vegetariana, dunque questi sapori mi piacciono tantissimo. Comunque, ti assicuro che non sono piaciuti solo a me, ma anche a un paio di carnivori 😀

          • cucinavistamare il said:

            Non puoi immaginare Chiara quanto mi faccia piacere sentirlo! Grazie!

  3. Domenica il said:

    Grazie per le tue ricette che trascrivo nel mio librone però sino a quando posso mangiare con più “gusto” lo faccio… però magari avere delle idee per chi non può farlo è bellissimo… non tutti siamo predisposti a mangiare tutto quindi è bene sempre avere l’arma segreta e tu con le tue ricette “speciali” ce la fornisci…
    Grazie!!!

    • cucinavistamare il said:

      Benvenuta nel blog Domenica! Grazie per i tuoi apprezzamenti… Anch’io mangio di tutto ora che sono guarita dalle mie intolleranze… e consiglio sempre a chi non ha particolari problemi di realizzare le ricette nel modo classico… ma a volte purtroppo per salute si devono fare delle rinunce che pesano… perciò condivido volentieri le ricette che mi hanno reso la dieta più leggera sperando siano utili anche ad altri…

    • cucinavistamare il said:

      Salve Nadia! Benvenuta nel blog! Certo che puoi suggerire! Sono sempre ben accetti i suggerimenti dovuti alle esperienze personali! Il tuo suggerimento sarà senz’altro utile a chi è intollerante anche al lievito chimico. Grazie!

  4. alessandra il said:

    soffici come quelli veri, solo è da calare un po’ il lievito perchè si sente troppo il pizzicore. io ho aggiunto un po’ di cacao e qualche goccia di cioccolato, così sono meno tristini e si risolve il problema del colorito anemico 🙂

    • cucinavistamare il said:

      Mi fa piacere Alessandra che ti siano piaciuti! Io ho preparato la ricetta nella maniera più semplice lasciando ai lettori del blog la possibilità di adattarla e di variarla a proprio gusto! Senza dubbio i tuoi suggerimenti saranno molto utili! Grazie!

    • cucinavistamare il said:

      Salve Cristina! Benvenuta nel blog! Non sono molto pratica dell’argomento diabete però ho una cara amica che ha questo problema così ho chiesto a lei di darmi qualche indicazione. Mi ha spiegato come modificherebbe la ricetta per sé … però ovviamente ogni caso è diverso! Secondo lei 100 gr di zucchero su 150 gr di farina per un diabetico sono troppi. Lei utilizzerebbe il fruttosio nella quantità di 50 gr perché ha un potere dolcificante maggiore. Inoltre la sua dietologa le ha detto che il fruttosio non incide sulla glicemia per cui può utilizzarlo nella preparazione dei dolci. Io purtroppo, ripeto, ho scarsa conoscenza della materia. Spero comunque che queste indicazioni possano esserti utili.

    • cucinavistamare il said:

      Ciao Annamaria e benvenuta nel blog! Ottima idea le gocce di cioccolata! La prossima volta che me li preparo le aggiungo anch’io!

    • cucinavistamare il said:

      Ciao Cristina! Benvenuta! Puoi senz’altro usare lo zucchero di canna… e se scorri i commenti degli altri lettori troverai tanti utili suggerimenti per arricchire la mia ricetta base!

  5. Luca il said:

    Ciao, secondo te nell’impasto posso metterci della frutta fresca frullata?
    Comunque complimenti per la ricetta 🙂 ora sono con il cellulare, appena torno a casa mi guardo x bene il tuo blog 🙂

    • cucinavistamare il said:

      Salve Luca! Benvenuto nel blog! Io non ho mai provato con la frutta frullata ma secondo me è una buona idea! Prova e fammi sapere perché tutte le idee e i suggerimenti dei lettori sono apprezzati sia da me che da dagli amici del blog! A presto!

  6. Per evitare zucchero o fruttosio basta usare la Stevia, che è una pianta, non contiene zuccheri e dolcificante molto di più. Si acquista in polvere nei supermercati.

  7. Eleonora il said:

    Li proverò . Suggerisco al posto del lievito chimico la stessa quantità di cremor tartaro. Lo si trova nei supermercati biologici o in farmacia.

    • cucinavistamare il said:

      Salve Eleonora! Ottimo suggerimento… anch’io qualche volta uso il cremor tartaro ma non avevo pensato di poterlo utilizzare per questa ricetta! Grazie!

  8. Xpistiva il said:

    Trovo che questi tipi di dolci: dolci ma leggeri siano perfetti anche x i bambini, in particolare per i più piccoli che si stanno avvicinando ed abituando al cibo degli adulti.. Perché io sono contraria a dare i dolci ai bimbi piccini piccini però quelli fatti in casa e con pochissime cose grasse ( vedi burro, troppo zucchero ecc.), penso che non gli facciano male.. Quindi complimenti e grazie anche dal mio piccino che presto proverà i tuoi dolcetti..
    P.s. Se prima di infornarli ci metti un cucchiaino di marmellata, potrebbe andare?

    • cucinavistamare il said:

      Benvenuta nel blog Xpistiva! Sono veramente molto contenta che la ricetta ti piaccia! Spero che l’apprezzi anche il tuo piccolino! Di certo è una ricetta molto leggera: una di quelle che ha salvato la mia colazione nel periodo in cui sono stata intollerante. Ho riportato la ricetta base che può essere arricchita a piacere. Penso che un cucchiaio di marmellata prima di infornare ci possa stare proprio bene! Prova e fammi sapere come sono venuti anche a beneficio degli altri lettori!

  9. Elena il said:

    Ciao!! Prendo sempre spunto dal tuo blog, complimenti.
    Oggi ho deciso di fare questi muffin, sono intollerante al lattosio quindi vanno alla perfezione per me. Il gusto è risultato buono, però li ho trovati un po’ “gommosi” come consistenza. Sarà forse l’acqua? Un’altra volta facendo una torta ho usato l’acqua e mi è sembrata un po’ simile. Se la sostituissi con in latte vegetale cambierebbe? O forse ho sbagliato qualcosa?
    Spero risponderai 🙂
    Elena

    • cucinavistamare il said:

      Ciao Elena! Grazie mille! Mi fa piacere che trovi interessanti le mie ricette! Puoi sicuramente sostituire l’acqua con un qualsiasi latte vegetale: riso, soia, mandorle o nocciole (che renderanno ancora più saporiti i muffin). Ma non credo che sia l’acqua il problema… io preparo spesso la ciambella all’acqua e viene sofficissima… anche questi muffin nel mio caso non erano gommosi. Quello che posso consigliarti è di provare a mescolare a mano anziché con lo sbattitore elettrico (ma mi raccomando setaccia la farina per evitare grumi). E lavora poco l’impasto. Non appena gli ingredienti sono ben amalgamati interrompi e cuoci subito senza far riposare l’impasto perciò fai in modo di avere il forno già caldo per poterli infornare. Qualcuno ha notato lo stesso problema dopo averli cotti in uno stampo al silicone, non so che tipo di stampo hai utilizzato ma forse questa indicazione può tornarti utile. A volte nonostante tutte queste accortezze capita ugualmente che la consistenza sia gommosa (a me è successo con i tortini preparati con la farina di riso) perché mancano le uova che ben lavorate con lo zucchero incorporano aria e rendono il prodotto finale spugnoso. Prova… fai qualche aggiustamento qua e la e vedrai che riuscirai a sfornare dei muffin perfetti!

      • Elena il said:

        Grazie mille! Sicuramente nei prossimi giorni li riproverò e ti farò sapere! Un’ultima cosa: il forno statico va bene vero?

        Grazie ancora,
        Elena

        • cucinavistamare il said:

          Grazie a te Elena. Il forno statico va benissimo. In genere per i dolci utilizzo sempre il forno statico a meno che la ricetta richieda espressamente la modalità ventilata. A presto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.