Crea sito

Gli indispensabili in cucina

Gli indispensabili in cucina

Gli indispensabili in cucina ovvero quegli aiuti, utensili, elettrodomestici e stoviglie che sono fondamentali o necessari in una cucina ben attrezzata. Da me in realtà c’è più che l’indispensabile, ci sono più che le basi perché molte cose rientrano tra gli “strumenti del mestiere” dunque le mie necessità sono “leggermente” diverse rispetto a quelle di una cucina normale. La scelta di cosa avere e cosa acquistare dunque dipende da esigenze e abitudini.

Gli indispensabili in cucina Cucina vista mare

Quando ho allestito la mia prima cucina (che poi è sempre la solita da allora) l’ho fatto un po’ alla cieca e con una totale inesperienza. Vivendola poi giorno dopo giorno ho iniziato a vederne i difetti di funzionalità e mi sono resa conto di ciò che mi sarebbe servito davvero. Probabilmente con le idee e le esigenze attuali avrei fatto diversamente alcune cose. Ma ormai la cucina c’è e cerco di lavorare su quello che ho rendendolo più funzionale possibile per me. Intanto non compro più nulla se prima non stabilisco dove metterlo: un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto. Se il posto non c’è evito l’acquisto. Il decluttering è diventato un punto fermo nella mia cucina e nella mia casa e ha cambiato totalmente il mio approccio verso i nuovi acquisti. Spesso riflettere qualche giorno sul “mi serve davvero e quante volte lo utilizzerei”, è un perfetto deterrente all’acquisto compulsivo. Alla fine quello che conta è avere l’utensile giusto per il lavoro giusto e per il resto ci si sistema con un po’ d’ingegno.

Quelli che vedrete qui sono naturalmente i miei indispensabili in cucina ed è probabile che alcune di queste cose per voi non lo saranno ma è una lista che potrà esservi utile nella scelta.

Impastatrice

Per me l’impastatrice è fondamentale, la utilizzo tutti i giorni sia per le preparazioni dolci che per quelle salate: torte, pasta frolla, cornetti, lievitati dolci, pane, panini e pizza, tutti i miei impasti passano dalla ciotola della mia Kitchen Aid artisan (QUI trovate la mia recensione). Ho scelto proprio questa per le sue caratteristiche e perché dovendo utilizzarla tanto volevo qualcosa che fosse solido, resistente e duraturo. E’ costosa ma è stato uno dei miei migliori acquisti.

Frullatore a immersione

Il mio primo frullatore a immersione era un Kenwood da 800 watt col quale mi sono trovata molto bene. L’ho cambiato perché da me gli elettrodomestici lavorano tantissimo dunque dopo anni di onorato servizio ha deciso di andare in pensione. Ho scelto un Brawn da 1000 watt che come potenza è imbattibile ma gli accessori mi sembrano un pochino meno solidi. Lo sto utilizzando da due anni e non mi ha dato nessun problema per ora. Qualunque frullatore a immersione scegliate vi assicuro che è un valido alleato in cucina.

Food processor

Il food processor è un robot da cucina compatto ma completo e dunque versatile perché fa di tutto: impasta, monta, affetta, sminuzza, frulla, grattugia. E’ indistruttibile e fa egregiamente il suo lavoro. Il mio è un Kenwood che ormai ha oltre dieci anni e che sto utilizzando un pochino meno da quando in casa mia è arrivata l’impastatrice ma è uno di quei piccoli elettrodomestici dal quale non mi separerei mai.

Sbattitore elettrico

Se non avete l’impastatrice, un frullatore a immersione o un food processor completi di fruste, uno sbattitore elettrico in cucina è necessario: vi facilita la preparazione di torte e dolci in genere ed è comodo per montare panna e albumi a neve. Ne trovate tanti in commercio e di tutti i prezzi: l’importante è che siano dotati di due paia di fruste e che abbiano almeno cinque velocità e il turbo.

Tostapane

Il tostapane è indispensabile? Dipende. Se amate il pane tostato a colazione o se vi piacciono i toast farciti e lo utilizzate spesso allora potrebbe essere indispensabile. Quello che ho in uso attualmente è Zwilling Enfinigy, un tostapane dal design moderno, con due fessure per tostare il pane, tre funzioni: scongelamento, riscaldamento e bagel. La funzione bagel è stata una vera scoperta poiché tosta il pane solo dal lato interno, dunque è l’ideale per esempio per i panini da hamburger o per i tipici bagel appunto. Ha anche la funzione soft lift che permette di sollevare delicatamente le fette di pane e il cassettino raccoglibriciole.

Macchina per caffè espresso

La mia è una macchina Nespresso modello Pixie. i motivi per cui l’ho scelta li trovate nella recensione che ho scritto. Utilizzo solo capsule originali. Però a casa mia il caffè lo prendo solo io quindi la spesa non è eccessiva ma capisco che se una famiglia è più numerosa o se si fanno più caffè al giorno il costo può incidere. Non uso capsule compatibili per due motivi. Il caffè originale è decisamente migliore. Le capsule in plastica a lungo andare possono rovinare la macchina. Lo dico per esperienza. Quando si inserisce la capsula la chiusura forza e i tre aghi che vanno a forarla si piegano. Così la mia macchina precedente ha iniziato a perdere acqua e ho dovuto cambiarla. Naturalmente non è detto che capiti a tutti. Per questo anche se scegliete di utilizzare le capsule compatibili sono preferibili quelle in alluminio. Ovviamente le compatibili in alluminio hanno un costo più elevato e il risparmio rispetto alle originali è minimo però spesso si trovano in offerta e allora sono più convenienti. Per chi è particolarmente attento all’ambiente Nespresso mette a disposizione nelle sue boutique i punti di raccolta delle capsule usate che vengono inserite in un programma di riciclo molto interessante. Trovate tutte le informazioni sul loro sito se volete documentarvi meglio. Quando non riesco a portare le capsule in boutique semplicemente le apro, utilizzo il caffè come compost e le capsule vengono smaltite nel multimateriale o secondo la raccolta differenziata del proprio comune. Il cappuccinatore è sempre della Nespresso. Si chiama Aeroccino 4 fa il cappuccino con tanta schiuma o con schiuma regolare, scalda il latte e fa anche il cappuccino freddo. Per la mia macchina ho creato un angolo caffè utilizzando un comodo contenitore portacapsule in bambù.

Bollitore elettrico

Il bollitore elettrico è un elemento che può essere indispensabile in cucina per preparare velocemente the, tisane, bevande solubili ma anche semplicemente per scaldare l’acqua per cuocere la pasta o per preparare le minestre dei bimbi consentendo un buon risparmio nei consumi. Dunque a seconda delle necessità che avete può rivelarsi un ottimo aiuto.

Friggitrice ad aria

E’ un elettrodomestico recente ma è entrato a far parte immediatamente del corredo della mia cucina. Però prima di lanciarvi nell’acquisto leggete la recensione che ho scritto: deve essere ben chiaro che la friggitrice ad aria non frigge! Ben chiaro perché leggo di molti che l’acquistano e poi ne restano delusi perché non ottengono i risultati di una classica frittura a immersione in olio. Ma cuocere a immersione e cuocere con un cucchiaino d’olio potrebbe mai essere lo stesso? La friggitrice ad aria è più simile ad un piccolo forno che a una friggitrice. Per me è fondamentale visto che sono intollerante alla maggior parte degli oli e la frittura è bandita dalla mia tavola. Dunque con la friggitrice ad aria ho trovato la soluzione perfetta per me. Oltre al fatto che non ha tempi di riscaldamento. Potrei mai accendere il forno per una fettina impanata? Non vale la pena. La friggitrice ad aria lavora quasi tutti i giorni in casa mia. Ho sia quella classica a cassetto che quella a fornetto (che ho ricevuto in regalo per l’anniversario di matrimonio). Quale preferisco? Sono ottime entrambe. Forse il modello a fornetto è più comodo ma quella a cassetto fa pensare più a una friggitrice che a un forno. Insomma la scelta è personale.

Macchina per la pasta

E’ sicuramente uno degli elettrodomestici meno indispensabili ma se vi piace fare la pasta fresca in casa vi servirà. Potete scegliere tra il modello classico a mano e la Pasta maker tutta automatica (ve ne ho parlato QUI).

Slow cooker

La slow cooker è una pentola a cottura lenta (potete leggere la mia recensione QUI). Si compone di una base riscaldante e di una pentola in litoceramica. La base riscalda, rilascia calore, lo trasmette in modo lento e costante. Il coperchio trattiene i vapori e tutti gli aromi restano all’interno. Si collega alla presa di corrente e si lascia funzionare durante la notte o quando si è fuori. Grazie alla cottura lenta i cibi non attaccano e non si bruciano. Se lavorate fuori casa tutto il giorno e vi piacerebbe trovare la cena pronta e calda al rientro la slow cooker fa per voi.

Microonde

E’ indispensabile il microonde? Dipende. Saranno le vostre esigenze a fare la differenza. Io l’ho sempre avuto e ormai per me è diventato indispensabile. Lo utilizzo quotidianamente e mi permette di velocizzare i tempi di cottura ma ne ho parlato ampiamente QUI.

Altri utensili indispensabili

Per cucinare: pentole e padelle, pentola per pasta, bistecchiera, rostiera, moka da tre tazze o da sei tazze, schiacciapatate, passaverdure, mandolina, bilancia da cucina, timer meccanico o digitale (se non presente nel forno di casa anche se oggi è sufficiente lo smartphone per impostare un timer), set di coltelli da lavoro, forbici da cucina, teglie per pizza, pirofile da forno, tagliere in legno.

Per la pasticceria: stampo a ciambella e stampo per torta, stampo per crostata, stampo per muffin, stampo per plumcake, stampi per biscotti, mattarello, pennello, sac a poche, frusta per dolci, spatole, tarocco, brocca misura liquidi grande, mini brocca misura liquidi, spremiagrumi.

Per conservare: portaspezie, barattoli in vetro da dispensa, portauova (mi sembra faccia più ordine in frigorifero rispetto alle scatole di cartone in cui vengono vendute), portaburro.

Per servire (stoviglie e tessili): servizio di piatti e bicchieri, posate, coltelli, tazze da colazione/da the, tazze da caffè, insalatiere in vetro (se con coperchio meglio poiché si possono utilizzare anche per conservare i cibi in frigorifero), guanti da forno e presine, strofinacci e tovaglie.

Utensili: mestoli, cucchiai in legno, poggiamestolo, apriscatole, cavatappi, grattugia, grattugia elettrica, schiaccianoci, oliera o set completo con aceto, sale e pepe, colino, imbuto, pelapatate, pinze (se non presenti nel kit di mestoli), sottopentola, scolapasta, tappetino scolapiatti (soprattutto se avete il lavello ad una sola vasca o senza gocciolatoio vi farà comodo), tappetini antiscivolo da lavello.

Sicuramente ho dimenticato qualcosa e probabilmente non tutto ciò che ho menzionato servirà a tutti. Ognuno di voi dovrà scegliere e ogni scelta sarà diversa ma spero che questo elenco possa esservi utile. Io ho i prodotti che vi consiglio in questa “vetrina”? Si. La maggioranza di questi articoli è presente nella mia cucina.

In questo contenuto sono presenti uno o più link di affiliazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.