Fish and chips

Fish and chips

Il fish and chips è un piatto tipico inglese… buonissimo! Il pesce, solitamente merluzzo viene ricoperto da una densa pastella, fritto e servito con patatine fritte e purea di piselli. Viene servito avvolto nella classica carta da fritti o addirittura nella carta da giornale (niente paura oggi è solo una carta con finta stampa giornale) e si può gustare nei locali o come “take away” passeggiando per le strade. Non si può lasciare Londra senza aver assaggiato almeno una volta il fish and chips in uno dei tanti pub londinesi e trovare un locale dove mangiare il fish and chips a Londra è come cercare una pizzeria qui da noi: lo fanno dovunque ma sono pochi i posti dove si può mangiare un ottimo fish and chips perciò meglio fare qualche ricerca prima di partire o farsi consigliare un buon locale da chi ci è già stato o è del posto. Londra è senza dubbio una città che mi è rimasta nel cuore, un bellissimo mese in giro per la città: gli splendidi e curatissimi parchi, il Tower Bridge, la Tower of London, Buckingam Palace, il Big Ben, il British Museum, Kensington Palace, il museo delle cere di Madame Tussauds e potrei continuare perché porto con me un ricco bagaglio di ricordi! Così ogni tanto per sentirmi di nuovo a Londra preparo a casa il fish and chips ma ricordate che per quanto ci si possa servire della ricetta “originale” (e anche qui ce ne sarebbe da dire) nessun cibo sarà mai altrettanto delizioso come se gustato sul posto!

Fish and chips Cucina vista mare

Ingredienti

500 gr di filetti di merluzzo fresco

500 gr di patate

100 gr di farina

1 bicchiere di birra

1 tuorlo

½ cucchiaino di lievito per torte salate

olio di semi di arachidi

maionese o ketchup

Pelare e tagliare le patate: io utilizzo l’apposito attrezzo taglia patate con il quale riesco ad ottenere dei bastoncini tutti uguali (potete guardare QUI). Lasciare le patate in ammollo in acqua fredda un paio d’ore cambiando l’acqua due o tre volte in modo da disperdere l’amido e rendere le patate più croccanti. Pulire il pesce spellandolo e privandolo delle lische. Tagliarlo a rettangoli di circa 5×5 cm circa. Potete chiedere al vostro pescivendolo di fiducia di effettuare questa operazione. Preparare la pastella: mescolare il tuorlo con la farina, il lievito, l’aceto e il sale aggiungendo l’acqua frizzante poca alla volta (potrebbe non essere necessaria tutta) fino ad ottenere la giusta consistenza. La pastella non dovrà essere troppo densa né troppo liquida. Dovrete andare un po’ a occhio. Lavare i filetti di pesce ed asciugarli bene. Scolare le patate, asciugarle e friggerle in abbondante olio di semi. Scolarle non appena saranno dorate e asciugarle sull’apposita carta per fritti o su carta assorbente. Riportare l’olio a temperatura, passare i filetti di pesce nella pastella e friggerli lasciandoli croccanti fuori e teneri al cuore. Salare tutto e servire caldi accompagnando a piacere con la maionese. (Secondo un’altra ricetta i filetti di pesce vanno lavati, asciugati, infarinati, passati semplicemente nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato, pressando bene con le mani in modo da compattarli, fatti riposare in frigo per 15 minuti, coperti con la pellicola e poi fritti. Personalmente preferisco la versione con la pastella che rende i filetti davvero gustosi e saporiti. Provate anche voi!)

Se vi piacciono le mie ricette seguite la pagina FACEBOOK lasciando il vostro “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche!

 

2 Risposte a “Fish and chips”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.