Finocchi al forno

I finocchi al forno sono un contorno leggero ma saporito, si preparano in pochi minuti, sono perfetti da accompagnare a secondi piatti di carne o pesce ma sono deliziosi anche con le uova e i formaggi. Profumatissimi, aromatici, speziati, con i finocchi al forno sono un’alternativa sfiziosa alla classica e semplicissima insalata di finocchi. Provateli!

Finocchi al forno Cucina vista mare
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2finocchi
  • q.b.aglio in polvere
  • q.b.sale
  • q.b.paprika dolce
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Pulire i finocchi: posare i finocchi su un tagliere e tenendolo fermo con una mano, tagliare i gambi utilizzando il coltello. Staccare poi la base del torsolo ed eliminare le foglie esterne più dure. Se necessario incidere le altre foglie per tirare via i filamenti. Poi dividere i finocchi a metà e tagliarli a fette. Lavarli bene sotto l’acqua corrente. Porre sul fuoco una pentola con l’acqua e quando raggiunge il bollore lasciarvi lessare i finocchi per cinque minuti: non teneteli di più o in forno scuoceranno.

    Scolare i finocchi, tamponarli con carta assorbente e trasferirli all’interno di una ciotola. Condirli con l’olio extravergine d’oliva, il sale, la paprika e l’aglio in polvere. Mescolare bene per distribuire il condimento poi disporli su una teglia rivestita con carta forno e cuocerli in forno ventilato preriscaldato a 200 °C per 15 minuti o fino a che non diventeranno dorati.

    Servire i finocchi al forno ben caldi.

Note

Potete evitare di sbollentare i finocchi ma tenete conto che la cottura al forno sarà più lunga, occorreranno almeno quindici minuti in più perché i finocchi risultino croccanti ma morbidi.

Potete sostituire la paprika e l’aglio in polvere con le spezie che preferite.

Potete gratinare i finocchi aggiungendo del parmigiano grattugiato o del pangrattato… ma questa è un’altra ricetta e la trovate QUI.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.