Rabaton alessandrini

rabaton alessandrini

Nonostante le mie origini “miste” io sono in primis alessandrina ma ahimè mi vergogno del constatare che sul blog non ci sono ricette della mia città! Devo subito recuperare e lo faccio con piatto che qua adoriamo tutti: i rabaton alessandrini. Sono tipici specialmente della zona della Fraschetta che comprende i paesi di Litta Parodi, Mandrogne (da dove arrivano i veri alessandrini) e Cascinagrossa. Il loro nome deriva dal termine “rabatè” che in dialetto alessandrino significa “rotolare, ribaltare” in quanto che gnocconi vengono fatti rotolare nella farina prima di essere cotti. Gli ingredienti di base sono erbette miste o spinaci (in passato di utilizzavano le erbe di campo come denti di cane, ortiche….), ricotta, uova, parmigiano e pangrattato. Vengono poi lessati velocemente in acqua e ripassati in forno con burro e parmigiano. La golosa crosticina esterne ed il cuore morbido li rendono assolutamente meravigliosi e soprattutto perfetti per un pranzo delle feste visto che possono essere preparati in anticipo. Io ad esempio li ho fatti per il pranzo di Pasqua su espressa richiesta di mio marito. Li prepariamo insieme?

Ingredienti:

  • 750 g di spinaci freschi (o surgelati)
  • 250 g di ricotta fresca
  • 3 uova
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 2-3 cucchiai di pangrattato
  • pepe
  • sale
  • burro

Procedimento:

Lessate gli spinaci in abbondante acqua salata.

Scolateli molto bene, se necessario anche strizzandoli, in modo che perdano tutta l’acqua.

Una volta raffreddati tritateli al coltello (niente tritatutto, non devono diventare una poltiglia!).

In una ciotola intanto lavorate la ricotta con le uova, il parmigiano (tenete da parte 2 cucchiai), sale e pepe.

Unite ora anche gli spinaci sminuzzati.

Unite il pangrattato poco alla volta per non rischiare di avere un composto troppo asciutto.

Fate riposare il tutto in frigo per una mezz’oretta in modo che i liquidi si ridistribuiscano e solo ora aggiungete (se necessario) altro pangrattato.

Realizzate ora dei cilindri lunghi circa 7 cm e dal diametro di circa 2.5-3 cm.

Rotolate i rabaton nella farina e lasciateli riposare su un tagliere.

Lessateli pochi alla volta in abbondante acqua salata e tirateli non appena verranno a galla.

Disponeteli ben allineati in una pirofila leggermente imburrata e cospargeteli con il parmigiano ed i fiocchetti di burro.

Passateli in forno a 180° per circa 15 minuti, fateli riposare qualche minuto poi i rabaton alessandrini saranno pronti per il vostro pranzo…BUON APPETITO!

Rabaton alessandrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.