Pane pistoccu

Pistoccu

 

Il pistocu, è un tipico pane dell’Ogliasta, regione storico-geografica della Sardegnaorientale.

È sottile e secco e si può gustare anche bagnato in acqua.

Il suo impasto può essere composto da farina integrale e semola rimacinata, ma può trovarsi nelle varianti di sola farina integrale o solo semola rimacinata.

Altri ingredienti sono l’acqua, il sale e il lievito di birra.

Anticamente, invece che il lievito di birra, veniva usato il lievito madre. Il pistoccu necessita di due lievitazione.

La prima avviene subito dopo aver impastato gli ingredienti.

Dopo che la massa ha subito la prima lievitazione si passa alla stesura della sfoglia dalla quale si ottengono dei rettangoli che vengono fatti riposare coperti da della stoffa.

Avviene quindi una seconda lievitazione.

A lievitazione avvenuta si inizia la cottura, tradizionalmente nel forno a legna. I rettangoli di sfoglia si gonfiano come dei cuscini e le due facce ottenute con la cottura si dividono in due.

La sfoglia originale subisce uno sdoppiamento.

Le due facce ottenute dopo la prima cottura vengono nuovamente cotte.

Il pistoccu diventa croccante e colorito.

 

PREPARAZIONE

Per preparare il pane pistoccu dobbiamo semplicemente unire tutti gli ingredienti

Quindi mettiamo in un recipiente la semola, l’acqua, il sale e il lievito

 

Impastiamo fino ad ottenere un panetto liscio che metteremo in forno a lievitare per due ore

Procediamo alla formazione dei panetti da 50 gr

 

Facciamo riposare sempre in forno per altri 30 minuti

Siamo arrivati quindi alla stesura..muniamoci di mattarello e tiriamo sfoglie rettangolari

Mettiamo in forno caldo alla massima temperatura

 

E su una teglia rovesciata mettiamo i quadrati

Quando gonfieranno li togliamo e facendo molta attenzione tagliamo a metà

Mettiamo le due parti di nuovo in forno fino a doratura

Pronto e bello caldo

Possiamo consumarlo subito oppure creare una buonissima pasta al forno

 

INGREDIENTI

  • semola di grano duro 500gr
  • acqua 250 ml
  • lievito di birra 5 gr
  • sale 8 gr

 

TEMPI E COTTURA

DIFFICOLTà media

costo molto economico

tempo cottura ( finchè non gonfia e poi doratura)

tempo riposo 2h e 30

 

🌺 IL MIO CONSIGLIO 🌺

Se volete diventare fan della mia pagina Facebook, per essere sempre aggiornati sulle ricette oppure volete scrivermi , potete farlo cliccando qui e se ti fa piacere , puoi SEGUIRMI

pane all’aglio senza lievito

 

Il pane all’aglio senza lievito è la soluzione ideale per gustare qualcosa di veloce in mancanza proprio del pane

Volendo può essere servito tagliato a pezzi per un appetizer

Come lo si vuole presentare, non cambia il concetto di quanto sia buono

PREPARAZIONE:

Per preparare il pane all’aglio senza lievito, dobbiamo iniziare dalla farina

La mettiamo in una ciotola con un pizzico di sale , l’aglio grattugiato e l’acqua

Impastiamo ottenendo un panetto morbido

 

Dividiamo subito in palline da 90 gr che , dopo la pirlatura, faremo riposare un oretta

A questo punto scaldiamo una padella dove avremo passato un goccio di olio col tovagliolo

Stendiamo le palline con le mani ottenendo un impasto tondo

Prepariamo un misto di prezzemolo, olio e sale

Lo versiamo leggermente sulla parte superiore del pane

Mettiamo a cucinare fino a doratura prima da una parte e poi dall altra

Il gusto è gradevole, poi il tutto va a gusto

Servite caldo e buon appetito

 

INGREDIENTI

  • farina semintegrale 500gr
  • sale 1 pizzico
  • prezzemolo q.b
  • aglio 1 spicchio
  • olio evo q.b
  • acqua 200ml

 

TEMPI DI COTTURA

difficoltà media

costo economico

tempo cottura 2 minuti a lato

tempo riposo o

 

🌺 IL MIO CONSIGLIO 🌺

Se volete diventare fan della mia pagina Facebook, per essere sempre aggiornati sulle ricette oppure volete scrivermi , potete farlo cliccando qui e se ti fa piacere , puoi SEGUIRMI

Le cugine lontane della baguette

 

Le cugine lontane della baguette

Si…sono molto somiglianti…ma con tempi di lievitazione più che ridotti

Il risultato? Guarda con i tuoi occhi

Vediamo insieme la ricetta

PREPARAZIONE:

Per preparare le cugine lontane della baguette, ci occorrerà il lievitino

In un recipiente mettiamo il lievito, una parte dell’acqua 175ml e mescoliamo bene

Aggiungiamo 4 pugni di farina

 

Giriamo e mettiamo a riposare per 30 minuti

Il restante della farina lo saliamo

Prendiamo il composto e man mano inseriamo la farina e l’acqua

Otteniamo un panetto morbido che andiamo ad incidere con una croce

Poniamolo al caldo per circa 2 ore…fino al raddoppio

A questo punto tagliamolo in tre parti

Ciascuna di essi verrà leggermente stesa con le mani e fatte tre pieghe

Quindi arrotoliamo su sé stesso e con le mani dal centro alle estremità…creiamo dei serpenti non troppo lunghi

Disponiamo su placca con carta forno, avendo cura di separare ciascun filone

Facciamo lievitare per altri 30 minuti coperti

In forno caldo a 220 gradi con alla base una teglia d’acqua per i primi 20 minuti

Estraiamo l’acqua e finiamo la cottura a doratura

Ricordate di porre il tutto a metà forno

Se le provi, ricorda di lasciare un commento

 

INGREDIENTI

  • Lievito 1 gr
  • sale 1 cucchiaino
  • acqua tiepida 350ml
  • farina 500gr

 

TEMPI E COTTURA

difficoltà semplice

costo economico

tempi preparazione 30 minuti

tempo riposo 2h e 30

tempo cottura 30 minuti

modo di cottura forno

cucina italiana

 

🌺 IL MIO CONSIGLIO 🌺

Se volete diventare fan della mia pagina Facebook, per essere sempre aggiornati sulle ricette oppure volete scrivermi , potete farlo cliccando qui e se ti fa piacere , puoi SEGUIRMI

Pane semintegrale in collaborazione con damontenatural

 

 

Pane semintegrale in collaborazione con damontenatural: Oggi voglio parlarvi di un altra collaborazione, ovvero, @damontenatural che ringrazio di cuore per gli omaggi.

La riscoperta di molteplici varietà di grani antichi e tradizionali da parte di contadini custodi, ci ha permesso di creare in campo, una mescolanza dei semi migliori, nel massimo rispetto della biodiversitá.

Coltivati von passione senza l’uso di fertilizzanti, pesticidi e diserbanti.

Una naturale evoluzione partecipativa che conferisce al prodotto eccellenti valori nutrizionali.

All’interno del pacco ho trovato

– grani antichi tipo1 farina di grano tenero semintegrale macinata a pietra

grani antichi tipo2 farina di grano tenero semintegrale macinata a pietra

grani antichi tipo integrale farina di grano tenero macinata a pietra

grani antichi piume

grani antichi mezze piume

grani antichi rustichelle

grani antichi stiratelle

grani antichi trucioli

È una collaborazione ricevuta l’anno scorso, proprio quando sono rimasta incinta e purtroppo , se dovevo prediligere l’integrale ( e tra le mani questa pasta), mia figlia non mi ha permesso di assaggiare nulla. Quindi lo devo fare ora.

Quello che vi presento oggi è la farina di tipo 1 semintegrale, con la quale ho fatto il pane

PREPARAZIONE:

in una boule metti 300ml di acqua tiepida, sbricioli dentro 10gr di lievito (io ho usato quello fresco), un cucchiaino di zucchero e mescoliamo bene.

In un’altra boule metti 500gr di farina semintegrale

A questo punto ho aggiunto 4 pugni di farina nella boule dove c’è il lievito, mescolando con la mano, ci saranno grumi di farina, non importa…e fai riposare per 15/20 minuti perché si deve attivare il lievito.

Raggiunto il tempo, nella farina rimasta, metti un cucchiaino di sale e mescoli per bene, invece dove c’è il lievito aggiungi un cucchiaio di olio d’oliva o extravergine.

A questo punto mescoli bene con la mano e man mano aggiungi la farina che era nella boule man mano, otterrai un composto semi colloso..lo metti nel piano e lo impasti fin quando non finisci la farina.

Devi ottenere un impasto morbido ed elastico ( come quello per la pizza).

Ottieni quindi un panetto che metterai in una delle due boule , fai una croce sopra e copri con la pellicola e lo fai lievitare per due ore in un posto caldo.

Passate le due ore, lo tiri fuori dalla boule, lo stendi leggermente sul piano ( non schiacciarlo a fondo perché rompi la maglia glutinica) e fai quattro pieghe ..giri al contrario, fai la pirlatura e metti di nuovo dentro la boule con la pellicola e fai fare un’altra ora di lievitazione.

Passata anche quest’ora, stendiamo leggermente di nuovo e facciamo le pieghe, pirliamo e mettiamo di nuovo nella boule con la pellicola in un luogo caldo sino al raddoppio ( io l’ho lasciato per mezz’ora).

Passato anche questo tempo, si mette sul piano e si lavora leggermente

Tagliamo l’impasto in tre parti e mettiamo poca farina sopra

 

Intanto scaldiamo il forno con alla base una teglia di acqua

Questo ci permetterà di rendere il forno umido e il pane croccante

Il forno va acceso a 200 gradi inizialmente quando hai la teglia d’acqua già dentro e per i primi 15 minuti con i panini…poi tolta la teglia d’acqua abbassi la temperatura verso i 180-190gradi per i successivi 10 minuti

Questo pane rimane morbido per giorni