Crea sito

Ricetta bersaglieri o totò siciliani

Ricetta bersaglieri o totò siciliani Quando ho realizzato questa ricetta non sapevo che titolo darle, perchè questi biscotti ricoperti di glassa al cacao, detta “liffia” nel catanese, vengono chiamati in tantissimi modi diversi, non solo nelle diverse provincie siciliane, ma anche da paese a paese. Mi ricordo, ad esempio, che mia mamma li chiamava in un modo impronunciabile e cioè “strunza d’angelo” che letteralmente significa “cacca d’angelo” e molta gente nel catanese li chiama così. Dei bersaglieri o totò siciliani esiste anche la versione bianca con glassa al limone. La preparazione dei bersaglieri o totò siciliani è molto semplice e prevede due step. La preparazione e cottura dei biscotti e la glassatura con la “liffia”, anche questa parola è molto usata nel dialetto catanese, e molti sono i dolci che ne prevedono l’utilizzo. La parola “liffia” viene usata nel vocabolario siciliano per indicare qualcosa che è fatta bene, qualcosa di bello.Ma passiamo alla ricetta dei bersaglieri o totò siciliani.

SEGUIMI ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK
Ricetta bersaglieri o totò siciliani
  • DifficoltàMedio
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gFarina 00
  • 1uovo
  • 70 mlLatte
  • 100 gZucchero
  • 1 pizzicoAmmoniaca per dolci
  • 1 gocciaAroma al limone

Per la glassa al cacao o liffia

  • 65 gAcqua
  • 250 gZucchero
  • 1 cucchiaioCacao amaro in polvere

Preparazione

  1. Potete realizzare la ricetta dei bersaglieri o totò siciliani con una planetaria o a mano. Il primo step è quello di fare l’impasto per i biscotti morbidi.

    Disponete la farina a fontana su un piano da lavoro, aggiungete al centro l’uovo, il latte, lo zucchero, l’aroma di limone e l’ammoniaca.

    Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Manipolate l’impasto per ottenere un cordone lungo e tagliatelo a pezzi di circa 4-5 centimetri.

    Disponete i biscotti morbidi su una placca ricoperta di carta forno e infornateli a 180° per circa 20 minuti. Dovranno risultare appena dorati.

  2. Preparate adesso la glassa al cacao oliffia“.

    Mettete lo zucchero, l’acqua e il cacao in una pentola e fate bollire a fiamma bassa, rigirando lo sciroppo di tanto in tanto, non appena inizia a bollire spegnete il fuoco.

    Fate leggermente intiepidire la glassa al cacao e iniziate ad immergervi i biscotti morbidi, aiutandovi con un cucchiaio o forchetta.

  3. Per ottenere una glassatura scura e ricca, tipica dei bersaglieri, dovrete immergere i biscotti nella glassa per almeno tre volte, aspettando di volta in volta che il primo strato di glassa si rapprenda. Se nel frattempo la glassa che state usando dovesse indurirsi, potreste farla sciogliere a bagnomaria.

    Dopo aver glassato tutti i bersaglieri o totò siciliani fateli asciugare per qualche ora.

    I bersaglieri si mantengono bene per parecchi giorni, anzi fanno parte di quella  categoria di dolci che prendono più gusto dopo qualche giorno.

  4. T’invito a visitare la mia pagina Facebook dove potrai trovare tante ricette sfiziose e alla portata di tutti, lascia un like ed unisciti a noi.
    Seguimi anche sugli altri social, mi trovi su Pinterest – Instagram – Twitter
    Torna alla HOME per le altre ricette
    Leggi QUI se vuoi conoscermi meglio

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.