Crea sito

Perchè le patate diventano verdi

Perchè le patate diventano verdiDa un pò di tempo volevo capire perchè le patate diventano verdi?

Mi capita spesso quando cucino, di sbucciare una patate e notare quel colore verde che sembra quasi alieno, sospettosa taglio sempre la parte o butto direttamente la patata.

Oggi mi sono finalmente decisa e ho effettuato la mia ricerca sul web, ed ecco svelato l’arcano sul perchè le patate diventano verdi.

Alcuni lo spiegano in modo davvero elementare, altri invece come se chi legge dovesse prima prendere una laurea in Chimica.

Così ho pensato di scrivere quest’articolo per riassumere alla gente comune come me, che parla italiano e non “chimichese”, perché le patate diventano verdi.

Perchè le patate diventano verdi?

Allora in parole povere, come tutti sappiamo, le patate sono dei tuberi, che crescono sotto terra, per cui a contatto con la luce qualcosa in loro cambia, qualcosa nella loro composizione chimica per l’appunto.

La sostanza che produce quel verde è la clorofilla prodotta da tutte le piante a contatto con l’ossigeno e la luce. Di per se la clorofilla non è dannosa, e sta ad indicare che a breve compariranno anche i germogli che la patata farà crescere attraverso la sua acqua e i suoi componenti.

Ma dietro la clorofilla vi è un’altra sostanza prodotta dalla patata esposta alla luce e si chiama “solanina” (alcaloide) questa “cosa” qui se assunta in dosi elevate è dannosa per l’essere umano, provocando in esso un intossicazione non indifferente.

Per fortuna le dosi di una sola patata un pochino verde non dovrebbero metterci ko, ma per ovviare al problema è meglio eliminare la parte verde della patata prima di cuocerla.

Inoltre per evitare che le patate diventino verdi è sempre opportuno tenerle al buio, ad esempio avvolte con carta di giornale o dentro dei sacchetti di carta scura ed evitare anche luoghi eccessivamente freddi, come il frigorifero.

Per conoscenza la stessa sostanza si trova anche nei pomodori verdi e nelle melanzane .

Spero che quest’articolo vi sia stato d’aiuto e se volete potete seguimi anche sulla mia pagina Facebook Cucina Serafina.