Crea sito

Perché la cipolla ci fa piangere? E come evitarlo

Perché la cipolla ci fa piangere? E come evitarloMolte volte mi sono chiesta perché la cipolla ci facesse piangere? E come evitarlo…

Così mi sono decisa a cercare su internet le motivazioni di questa strana vicenda. Sono molti i post su siti e blog che cercano di spiegarlo, ma non è esattamente semplice capirlo. Bisognerebbe avere una laurea in chimica. Comunque, in linea di massima, si tratterebbe di una molecola contenuta nelle cipolle, che durante il taglio viene liberata nell’aria. Questa sostanza si chiama “allinasi” ed una sostanza gassosa e volatile, che impatta, nel suo viaggio, con il nostro viso. Gli occhi ne sono particolarmente sensibili perchè l’allinasi entra in contatto con loro, una delle parti del corpo più sensibili alle polvere e alle sostanze volatili. Proprio questa sostanza crea dapprima una sensazione di bruciore e poi inizia la lacrimazione.

Ecco dunque una spiegazione piuttosto semplice di ciò che avviene quando tagliamo una cipolla e del perché ci fa piangere.

Ma quali sono i rimedi davvero efficaci per evitare di piangere quando tagliamo una cipolla?

I rimedi per evitare questo problema sono davvero innumerevoli, io ne ho provati davvero tanti, alcuni sono utili, altri devo dire che sono delle vere e proprie bufale, o forse non fanno effetto su di me.

Alcuni utilizzano l’acqua in bocca… ma nel mio caso non funziona.

Altri bagnano il coltello con l’acqua …. ma nel mio caso non funziona.

Figuratevi che anche se tengo gli occhi chiusi piango lo stesso….😂

Ma da quando ho scoperto questa storia dell’allinasi ho perfezionato un metodo infallibile.

Pensateci… questa sostanza è gassosa, quindi invece di farla disperdere nell’aria, basta farla disperdere altrove. E così io tolgo la buccia esterna della cipolla e poi la metto in una bacinella piena di acqua. Immergo le mani dentro l’acqua e la taglio con il coltello. Cerco di tagliarla quanto più finemente possibile. Infine la scolo e la utilizzo. Nessun bruciore… niente lacrime!

Nel caso invece dovete tagliare la cipolla per fare un soffritto e quindi vi serve tagliarla finemente, potete cospargere il tagliare con qualche goccia di aceto, che ammortizzerà la sostanza volatile, anche se non del tutto.

Se ti piacciono le mie ricette e i miei consigli in cucina, seguimi anche sulla mia pagina Facebook.