La frutta di martorana

 

La frutta di martorana

la frutta di martorana

 

 

 La frutta di martorana

 

La pasta reale o frutta di martorana, è il dolce tipico dei morti. In Sicilia, ed in particolare nel palermitano, è tradizione regalarla, comperarla o farla in casa. Ricordo piacevolmente da bambina di averla sempre ricevuta insieme ad altri doni… li trovavo la mattina sotto il letto; Diceva la mia nonna… che,  li portavano i nostri cari defunti. 

Ma adesso passiamo alla ricetta, siamo quasi arrivati al periodo dei morti (o halloween) momento giusto per la preparazione di questo dolce e per il terzo anno consecutivo che mi diletto a prepararla, sono abbastanza soddisfatta, anche se si può sempre migliorare, perché la realizzazione delle forme l’ho fatta tutta a mano, senza stampi.

Ingredienti:

  • 1kg. farina di mandorle
  • 1kg. zucchero a velo
  • 100gr. glucosio
  • 80/100gr. acqua
  • essenza di mandorle
  • colorante alimentare
  • alcool puro (per alimenti)

Collage

Procedimento:

Ho utilizzato il metodo a freddo.

  1. Unite la farina e lo zucchero a velo;
  2. Aggiungete il glucosio, l’essenza e l’acqua poco alla volta;
  3. Impastate, otterrete un composto simile  alla pasta frolla;
  4. Formate un panetto unico, e pian pianino date vita alla frutta;
  5. Coloratela e… Il colorante diluitelo con una goccia di alcool puro.

E’ stato molto divertente, ho coinvolto tutta la famiglia! ad ognuno il proprio merito!.

Vi invito a diventare fan e cliccare MI PIACE  sulla mia pagina,  QUI Grazie mille 🙂

 

 

Precedente Straccetti di pollo Successivo Risotto zucca e funghi porcini secchi

12 commenti su “La frutta di martorana

  1. Ciao vengo dal contest di Alessandra e condividerò sicuramente questa ricetta!! ma che bellezza !! conosco questo tipo di prelibatezze siciliane e le apprezzo sempre quando vado ad Avola nel paese di mio marito,ma sono cosi careee!! da ora in poi le farò! grazie mille e cari saluti laura

    • cucinaros il said:

      Ciao Laura grazie! Che bello tuo marito siciliano! Allora prova a fare la martorana lo stupirai, ne sono sicura! Quando ti trovi da queste parti batti un colpo magari ci incontriamo 🙂 baci Ros

    • cucinaros il said:

      Sii Giusy grazie, i frutti dei “morti” non possono mai mancare, fanno parte del nostro bagaglio gastronomico!
      a presto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.