PAGNOTTELLA GABRIELLA CON SARAGOLLA BIO

La signora Gabriella,stimato agronomo delle mie parti,quest'anno ha avuto la bellissima idea di seminare 3 ettari di grano saragolla,in una delle zone più belle e incontaminate del territorio,il risultato è stato straordinario,abbiamo avuto un'ottima stagione,per cui buon raccolto e farina fantastica 100% biologica,non avevo dubbi.11426226_10206845247720901_8448003615504894101_n

La Saragolla è un grano Khorasan (Triticum turgidum subsp. turanicum) un antenato del grano duro moderno, in origine coltivato nella fascia compresa tra l’Anatolia e l’Altopiano iranico e tra l’Egitto e la Mesopotamia e per questo conosciuto anche come Grano degli Egizi o del Faraone. Presenta un fusto molto alto, anche 180 cm; ha la cariosside nuda e allungata più di quella di qualunque altro frumento.

Dunque un grano molto speciale, duro e ambrato, che produceva farine color giallo intenso cominciò a diffondersi nelle regioni appenniniche centro‐orientali d’Italia con la colonizzazione ad opera di popolazioni provenienti dalle zone della sua coltura. Dal medioevo in avanti numerosi documenti storici lodano le qualità dei grani chiamati “Saragolla”; le varietà conosciute erano diverse: la Zingaresca, la Bulgara, la Saragolletta del Sannio e quella che destava maggior interesse ovvero la Saragolla Turchesco, nota perché resistente ai parassiti, all’allettamento e alla stretta della ruggine.(fonte http://www.agricolasabatino.it/grano-saragolla/​)

Io che sono sempre alla ricerca di farine particolari,soprattutto di grani antichi,non ho potuto resistere nel chiederle di metterne da parte un po per le mie preparazioni.Gabriella che è così gentile,me ne ha regalato un bel sacco,potete immaginare la mia felicita,per questo ho deciso di dedicare a lei questa ricetta.

Pagnottella Gabriella

Ingredienti

600 gr di farina saragolla bio

350 gr di acqua

80 gr di lievito madre all'80% rinfrescato con saragolla

4 gr di malto liquido

10 gr di sale

Procedimento

Come prima operazione,rinfrescate il vostro lievito,dopo 2 ore dal rinfresco,mettete la farina in autolisi,farina e acqua,girate grossolanamente con una forchetta e lasciate coperto per 1 ora.

11798558_10207228936792888_691886679_n

A questo punto,siete pronti per iniziare,aggiungete all'impasto autolitico,il lievito e il malto,impastate e d appena notate che l'impasto inizia a prendere corda,aggiungete il sale.

Portate ad incordatura,in seguito trasferite l'impasto sul piano di lavoro,lavoratelo un po con le mani,pirlate e puntate per 30 minuti(riposo)coperto a campana.

11911638_10207457487866522_1450373675_n

Dopo la puntatura,fate un giro di pieghe,ungete una boule e mettete l'impasto a lievitare coperto con pellicola per circa tre ore e mezza.

11911500_10207457487706518_678162911_n

Dopo la lievitazione,proseguite con il primo giro di pieghe,coprite a campana e fate riposare 30 minuti,in seguito fate la seconda piega e lasciate come la prima 30 minuti.

11920397_10207457487506513_1222642181_n

A questo punto,potete formare la vostra pagnotta,mettete un canovaccio nel cestino,infarinatelo(io sempre con la saragolla)adagiatevi la pagnotta,infarinate anche sopra,coprite bene e lasciate lievitare un'ultima volta per circa 2 ore e mezza.

11923025_10207457487306508_237118735_n

Preriscaldate il forno a 220°,poggiate la teglia sul cestino,ribaltate molto delicatamente la pagnotta,rimuovete il cestino e il canovaccio,fate i tagli ed infornate.

11951035_10207457487066502_595132366_n

Nei primi 10 minuti di cottura,con uno spruzzino,spruzzate dell'acqua sulle pareti del forno(io l'ho fatto 3 volte)dopodichè abbassate la temperatura a 200° e cuocete a questa temperatura ancora per 20 minuti.

Abbassate la temperatura a 180° e cuocete per altri 30 minuti,dopodichè abbassate lentamente fino a raggiungere la temperatura di 140°,aprite a spiffero lo sportello del forno e lasciate asciugare con il ventilato per altri 15-20 minuti.

Il nostro pane con farina "Saragolla"è pronto per essere tagliato e gustato!!!

11909643_10207456891611616_2019736165_n11948010_10207456890571590_239977794_n

 

Precedente TRITORDEUM IN PUREZZA Successivo IL CROCCANTE(La Cruccand)