FIORE DI MAGGIO

Amici, ben tornati sul mio blog.

Oggi vi presento una ricetta, presentata ad un contest molto importante, dove hanno partecipato moltissimi blogger preparatissimi.

Il contest in questione è stato indetto dal Molino Dallagiovanna, nonostante avessi molti impegni sono riuscita a presentare un elaborato molto carino, a me è piaciuto molto.

Purtroppo non ho vinto, ma l'importante è che mi sia divertita come sempre, nel pensarlo e nel prepararlo.

A voi la ricetta Fiore di Maggio.

 

Ingredienti:

600 gr di farina di grano tenero tipo 0 Far pane Molino dallaGiovanna

300 gr di acqua + 25 gr

130 gr di lievito madre liquido

15 gr di sale

acqua

semi di papavero

 

Procedimento

 

Come prima operazione, rinfreschiamo il lievito madre liquido con la farina per rinfresco Molino dallaGiovanna, dopo 3 ore, mettiamo in autolisi la farina con 300 gr di acqua per un'ora.

Trascorsa l'ora, aggiungiamo il lievito all'impasto autolitico, i 25 gr di acqua con il sale ed impastiamo fino ad incordatura.

Una volta incordato bene l'impasto, lo trasferiamo sul piano di lavoro e lo lasciamo riposare coperto a campana per 30 minuti.

Dopo il riposo, diamo un giro di pieghe e lasciamo lievitare fino al raddoppio in un contenitore oliato.

Al raddoppio, stagliamo 4 pezzi da 200 gr l'uno, uno da 20 gr e quello che rimane lo useremo per fare la camicia.

Formiamo 4 palline con i pezzi da 200 gr, 1a pallina con il pezzo da 20 gr e quello che rimane, lo stendiamo a cerchio con il mattarello.

Bagniamo le palline da 200 gr nell'acqua e poi lasciamo attaccare i semi di papavero, procediamo in questo modo anche con la pallina piccola da 20 gr.

Posizioniamo le palline sul cerchio di pasta e chiudiamo portando i lembi verso il centro, in fine chiudiamo con la pallina posizionandola al centro.

 

Una volta assemblato il tutto, lasciamo raddoppiare, al raddoppio, inforniamo a 230° forno statico con vapore per 10 minuti, abbassiamo a 200°senza vapore, fino a fine cottura (totale 1 ora circa).

Il mio Fiore di Maggio è pronto.

Alla prossima!

 

 

Precedente PANE CON TRITORDEUM IN PUREZZA Successivo VIVENZA IN PUREZZA