CORNETTO DI MATERA

Ben tornati nel mio blog amici miei.

Oggi vi parlerò di una specialità Lucana unica nel suo genere, il famoso "Cornetto di Matera".

Replicare questa ricetta non è stato affatto facile per me in quanto abruzzese ma nonostante ciò, devo dire di aver ottenuto un buon risultato.

Come prima cosa, mi sono messa alla ricerca di una buona farina di grano duro che provenisse da quelle zone, curare il lievito madre con la stessa farina e poi sono partita nel realizzare questo saporitissimo pane pieno di tradizione e cultura.

Ma vediamo insieme la ricetta della mia versione del Cornetto di Matera.

 

Ingredienti

650 g di semola rimacinata di grano duro (Martimucci)

420+20 g di acqua 

150 g di lievito madre di semola liquido

12 gr di sale 

 

Procedimento

Come prima operazione, dedicatevi alla cura del vostro lievito, controllate se è in buona forma, odore e sapore, dopodiché iniziate con un rinfresco al doppio partendo da 30 g di licoli.

Rinfrescate i 30 g di licoli con 60 g di acqua e 60 g di semola rimacinata(la stessa che userete per l'impasto) al raddoppio è pronta per essere usata.

Setacciate la semola rimacinata in una ciotola, versate 420 g di acqua, fate assorbire bene senza lasciare grumi e farina nel fondo e lasciate riposare per 1 ora coperto.

Trascorsa l'ora di riposo, aggiungete il lievito al primo impasto ed iniziate ad impastare, una volta assorbito tutto il lievito, aggiungete i 20 g di acqua rimasti, il sale e portate ad incordatura.

Trasferite l'impasto sul piano di lavoro, lasciate puntare coperto a campana per 30 minuti, dopodichè date 3 serie di pieghe sul piano leggermente infarinato distanti 30 minuti l'una dall'altra.

Completata la fase di rinforzo, trasferite l'impasto in un contenitore alto e stretto e riponete in frigo per 12 ore a 4°.

Dopo le 12 ore togliete l'impasto dal frigo, lasciate a temperatura ambiente per un paio di ore e proseguite con la formatura(in rete troverete molti video).

Una volta formato, fate i classici tagli ed infornate su pietra calda con vapore a 230° per 20 minuti, dopo 20 minuti togliete il vapore e cuocete ancora per 30 minuti a 200°, completate la cottura con il ventilato e tiraggio a 160° per 15/20 minuti.

 

La mia versione del "Cornetto di Matera"

Precedente PLUMCAKE AL COCCO Successivo SPUMINI