Mese: Gennaio 2017

Strudel salato con pancetta e Leerdammer

Da brava regina delle torte salate, propongo una variante di forma: uno strudel salato. E’ un’idea diversa per usare la sfoglia che tutti noi abbiamo in frigo. Ho voluto provare questo ripieno che combina il sapore forte della pancetta arrotolata e la dolcezza del Leerdammer che smorza il forte sapore del salume.

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia (meglio rettangolare, ma va bene anche rotonda)
  • 100 gr pancetta arrotolata abbastanza magra
  • 80 gr Leerdammer
  • semi di sesamo
  • semi di papavero

Srotolare la pasta sfoglia, sollevare il lato lungo di circa 6/7 cm (se usate la sfoglia rotonda sollevate un lato) e spargere sulla carta forno i semi di sesamo e di papavero. Riporre la sfoglia sopra i semi e premere passare il matterello per far attaccare i semi.

Riempite la parte centrale con le fette di pancetta e sopra mettere i pezzetti di Leerdammer tagliati non troppo sottili. Siate generosi con il ripieno, anche se può sembrare troppo abbondante concentrato in un’unica parte.

Ripiegare a fagotto la sfoglia, piegando prima la parte senza semi, poi le estremità corte e infine la parte con i semi di sesamo e papavero a ricoprire. E’ importante che il fagotto sia ben chiuso per evitare che si apra durante la cottura e che fuoriesca il ripieno.

Cuocere in forno ventilato preriscaldato a 220 °C per circa 10/15 minuti.

Buon appetito!

Passatelli in brodo

Cosa c’è di meglio di un bel piatto di passatelli in brodo con questo freddo?

I passatelli sono dei “bigoli” di pasta all’uovo tipici di alcune regioni del Centro Italia, come Umbria ed Emilia Romagna. Per me hanno un significato particolare perché sono una delle specialità di mia nonna umbra. Si possono gustare sia immersi in un buon brodo di carne o asciutti.

img_1076

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 uova
  • 100 gr parmigiano da grattugiare
  • 100 gr pane grattugiato
  • brodo di carne
  • noce moscata
  • sale

Sgusciare e sbattere le uova, salare e aggiungere abbondante noce moscata. Aggiungere gradualmente parmigiano grattugiato e pan grattato in parti uguali alternandoli. Le dosi di parmigiano e pan grattato variano a seconda della grandezza delle uova e dalla stagionatura del parmigiano. Meno il parmigiano è stagionato, infatti, e meno asciugherà l’uovo, servendone di più. Personalmente, preferisco un parmigiano stagionato circa 16 mesi, quindi più morbido, e usarne un po’ di più. La consistenza deve essere compatta ma lavorabile, all’incirca come una pasta frolla. L’importante è che sia ben amalgamato e che non si sbricioli.

Per dare la forma ai passatelli, esiste un particolare “ferro” (che invidio tantissimo a mia nonna). In alternativa, si possono usare gli schiacciapatate a buchi larghi o una sparabiscotti con i fori larghi. Io ho la sparabiscotti.

Lavorare bene l’impasto e inserirlo nella sparabiscotti compattandolo. Portare il brodo a bollore e far uscire i passatelli buttandoli direttamente nel brodo. Far cuocere per circa 5 minuti e servire ben caldi.

Tortini al cioccolato dal cuore fondente

Tortini al cioccolato dal cuore fondente a merenda per iniziare il weekend: cosa c’è di meglio? Accompagnarlo con un buon tè verde cinese.

Questa ricetta richiede qualche ora di riposo in freezer, quindi non si può preparare e mangiare subito. Io ho preparato i tortini qualche pomeriggio fa e per il dessert dopo la cena erano pronti.

fullsizeoutput_13e
tortini al cioccolato fondente

Ingredienti per 5 tortini:

  • 80 gr burro
  • 100 gr cioccolato fondente
  • 2 uova
  • 40 gr zucchero
  • 40 gr zucchero di canna
  • 25 gr farina
  • cacao e burro per imburrare i pirottini

Sciogliere insieme cioccolato fondente e burro a fuoco dolce in un pentolino. Aggiungere in sequenza mescolando con una frusta i due tipi di zucchero, prima un uovo e poi l’altro, la farina. E’ importante usare una frusta per incorporare un po’ di aria nel preparato. Imburrare i pirottini e al posto della farina utilizzate il cacao per ricoprirli. Togliere il cacao in eccesso e distribuire l’impasto nei pirottini. E’ fondamentale mettere la stessa quantità di impasto in ogni pirottino per assicurarsi che la cottura sia uguale nei tortini che verranno cotti e quindi serviti insieme. Io preferisco riempire fino a lasciare un centimetro e mezzo dal bordo.

Mettere a riposare in freezer per almeno 3 ore. Mettere i pirottini nel forno ventilato a 180 °C per 15/20 minuti. Per essere sicuri che la cottura sia quella giusta basta vedere che la crosticina che si è formata sopra sia sottile e abbastanza lucida. Capovolgere i pirottini in un piatto una volta tolti dal forno e servire.

Qualcuno preferisce guarnire con lo zucchero a velo, ma personalmente credo che addolcisca troppo il sapore dei tortini al cioccolato. Per lo stesso motivo, preferisco usare metà zucchero raffinato metà zucchero di canna, ma quest’ultimo può essere tranquillamente sostituito con la stessa quantità di zucchero raffinato.

Buona merenda!

fullsizeoutput_13f
tortini al cioccolato

 

 

Mazzancolle con salsa al curry

Tutto il sapore deciso e speziato del curry incontra il gusto delicato delle mazzancolle. Il risultato è un ottimo mix di sapori e profumi, con le mazzancolle con salsa al curry.

 

mazzancolle con salsa al curry

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr di mazzancolle precotte
  • 150 ml di panna fresca
  • 3 cucchiaini di curry
  • 1 noce di burro
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale

Lavare le mazzancolle, togliere le antenne, le zampe e fare un’incisione sul dorso per far assorbire il condimento. Mettere in padella una noce di burro, far soffriggere l’aglio e aggiungere le mazzancolle. Far cuocere per un paio di minuti prima di aggiungere due cucchiaini di curry e mescolare. Aggiungere la panna fresca e lasciar cuocere per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto, in modo che la salsa si distribuisca bene e si ritiri diventando più densa. A questo punto, aggiungere il terzo cucchiaino di curry mescolando e lasciar cuocere per altri 5 minuti.

In alternativa alla panna fresca, si può usare il corrispettivo volume di latte aggiungendo dopo 10 minuti di cottura un paio di cucchiai di farina e mescolare fino a che la salsa diventi uniforme e densa.

Sia l’utilizzo della panna sia quello del latte con la farina permettono alla salsa di attaccarsi bene alle mazzancolle, conferendo tutto il suo sapore ai crostacei.

Torta salata di zucca gialla, gorgonzola e brie

La torta salata con la zucca gialla, gorgonzola e brie è una ricetta molto gustosa, ma allo stesso tempo dal sapore delicato. Richiede poco tempo per la preparazione ed è ottima sia come antipasto che come piatto unico.

torta salata con zucca, gorgonzola e brie

Ingredienti:

  • un rotolo di pasta sfoglia rotonda
  • una zucca verde tonda
  • 100 gr brie
  • mezza fetta di gorgonzola
  • una noce di burro
  • sale

Tagliare la zucca e togliere la buccia e la parte centrale con i semi. Tagliarla a pezzi non troppo piccoli e passatela per qualche minuto in padella con una noce di burro e sale. Tagliare a pezzi il gorgonzola e a pezzetti piccoli il brie. Stendere la pasta sfoglia con la propria carta sulla teglia e bucherellarla. Arricciare il bordo e condire la pasta con il gorgonzola sotto, la zucca e i pezzettini di brie. Cuocere per 15-20 minuti a 180 in forno statico. Il modo migliore per apprezzare il gusto di questa torta salata è di servirla non troppo calda.

Preferisco utilizzare la zucca verde tonda perché la buccia è meno dura da togliere. In alternativa, se volete usare la zucca gialla, il segreto è di tagliarla in pezzi e metterla ad appassire in forno con tutta la buccia fino a che riuscirete a staccare la polpa con un cucchiaio. Il tempo dipende ovviamente dallo spessore della zucca, che può essere anche di 40 minuti o un’ora.

Spaghetti con le vongole con salsa di prezzemolo

Questi spaghetti con le vongole hanno un procedimento di preparazione un po’ più complesso di molte altre ricette, ma la salsa garantisce un buon condimento, evitando l’eccesso di olio a cui spesso sono sottoposti gli spaghetti con le vongole. Questo significa più leggerezza e digeribilità, oltre che gusto più uniforme.

img_1040

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr spaghetti
  • 1 kg vongole
  • 1 mazzetto prezzemolo
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • peperoncino intero
  • sale

Per prima cosa, sciacquare più volte le vongole sotto l’acqua corrente posizionate in una ciotola fino a che non vedrete più sabbia depositarsi sul fondo. A questo punto, riempire aggiungere sale grosso nella ciotola e acqua abbondante e lasciare per almeno per 40 minuti, meglio se un’ora.

Per la salsa: mettere nel bicchiere del frullatore a immersione il prezzemolo, i due spicchi d’aglio privati dell’anima e un fondo d’olio. Frullare e aggiungere l’olio a filo fino a che il contenuto risulterà un’emulsione.

Quando le vongole saranno pronte, sciacquarle abbondantemente, mettere un filo d’olio in una padella con un pezzetto di peperoncino a piacere e far rosolare. Aggiungere le vongole e coprire con un coperchio fino ad apertura delle valve. A questo punto spegnere il fuoco, togliere il peperoncino, filtrare l’acqua di cottura con un colino e metterla da parte.

Portare a bollore l’acqua per la pasta e salare a piacere e cuocere gli spaghetti. Personalmente, preferisco scegliere spaghetti grossi (n.5 o n.7, a seconda della ditta produttrice) e li scolo un minuto o due prima rispetto al tempo indicato sulla confezione perché finiranno a cuocere nell’acqua di cottura delle vongole.

Aggiungere alla padella con le vongole l’acqua di cottura filtrata, buona parte della salsa e gli spaghetti e far mantecare e amalgamare bene. Dopo aver spento il fuoco, aggiungere la restante salsa e mescolare.

Lasagne di pane carasau ai carciofi

Questa ricetta di lasagne di pane carasau ai carciofi ha riscosso moltissimo successo ad una cena con i colleghi. E’ una ricetta molto gustosa e leggera, rispetto alle lasagne tradizionali con la pasta all’uovo, oltre che veloce da fare.

19310_10206620766628451_1517710919782982227_n

Ingredienti per 4 persone:

  • una confezione di pane carasau rettangolare
  • 1 mozzarella da 125 grammi
  • 4 carciofi
  • acqua
  • mezzo limone
  • 700 ml latte
  • 70 gr farina
  • 70 gr burro + necessario per imburrare la teglia
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • noce moscata
  • sale

Per fare la besciamella: far scaldare il latte e nel frattempo sciogliere il burro in un pentolino. In seguito, unire la farina e mescolare con una frusta mantenendo il fuoco dolce, finché il composto risulterà dorato. A questo punto aggiungere il latte a filo, noce moscata q.b. e sale, continuando a mescolare, fino a che si avrà la consistenza desiderata. Per questa ricetta, preferisco non ottenere una besciamella troppo solida perché sarà proprio la besciamella che darà al pane la consistenza giusta per la lasagna.

Pulire i carciofi e metterli interi in una bacinella di acqua in cui sarà stato spremuto mezzo limone; ciò eviterà che si anneriscano. Sciacquare i carciofi, tagliarli a fettine e cuocerli in una padella con olio e uno spicchio d’aglio per 7/8 minuti circa (il tempo necessario per farli appassire). Salare q.b.

Prendere un cucchiaio di carciofi e frullarli con la besciamella. Questo conferirà un sapore più uniforme a tutto il piatto.

Imburrare leggermente la teglia e coprire il fondo con un filo di besciamella e un primo strato di pane carasau. Mettere uno strato di besciamella, carciofi ben distribuiti e mozzarella a fettine sottili. La forma sottile e croccante del pane carasau permette di ottenere facilmente pezzi di grandezza e forma giusta per avere uno strato perfettamente adattato alla teglia rettangolare. Ripetere per il secondo strato e il terzo strato. Coprire con un quarto strato di pane carasau, besciamella, carciofi e una spolverata di parmigiano.

Lascio sempre riposare prima di infornare per 5 minuti, per far in modo che il pane assuma la giusta consistenza.

Infornare a 160° a forno statico per 40 minuti circa (140° a forno ventilato per 35 minuti). Far fare la crosticina con la funziona grill del forno per qualche minuto.

Gazpacho catalano

La centrifuga (o l’estrattore di succo) ci permette di preparare molte più ricette di quello che pensiamo. Dopo il viaggio a Barcellona per il nostro primo anniversario, la prima ricetta che ho voluto ripetere è stato il gazpacho catalano. Si tratta di una fresca e gustosa ricetta ottima per antipasti, aperitivi e per accompagnare durante il pasto.

schermata-2017-01-04-alle-11-25-49

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 pomodori rossi a grappolo
  • 1 peperone rosso
  • 1 cetriolo
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1 spicchio aglio
  • succo di 1/2 limone
  • una spruzzatina di aceto bianco
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Tagliare lo spicchio d’aglio in due e togliere l’anima. Tagliare e pulire pomodori, peperone, cetriolo e cipolla. Inserire il tutto nella centrifuga. Personalmente, ogni volta che uso la centrifuga reinserisco lo scarto una seconda volta per estrarre tutto il succo. Aggiungere il succo di limone, l’aceto e un filo di olio e salare e pepare a piacere. Mescolare per ottenere un risultato omogeneo. L’uso della centrifuga ci permette di ridurre al minimo il tempo necessario per la preparazione. In alternativa, si può mettere tutto in un mixer e filtrare alla fine. Alcune ricette mettono la panna liquida, ma a mio parere il gazpacho è già saporito così e non ne ha bisogno.

Il gazpacho va servito freddo in bicchiere, volendo anche con alcuni cubetti di ghiaccio. Può essere accompagnato da pane raffermo o abbrustolito.

https://www.instagram.com/p/BL_wiuuA4Q9/?taken-by=whitecat8884

Cheesecake salati alla mortadella con pistacchi

Un antipasto sfizioso che ha accompagnato il veglione di capodanno è questa cheesecake alla mortadella con pistacchi. E’ semplicissima da fare e di grande effetto.

fullsizeoutput_11e

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr formaggio spalmabile Philadelphia
  • 250 gr mortadella da tagliare a cubetti
  • 90 gr pistacchi salati
  • 100 gr taralli
  • 40 gr burro

Fate sciogliere il burro e triturare i taralli. Aggiungete il burro fuso alla polvere di taralli e mescolate fino a che la granella risulterà omogenea. Mettete i taralli triturati nei coppapasta  (io ho usato quelli da 8 centimetri di diametro) per formare un fondo “biscottato” di circa mezzo centimetro. Fate riposare per circa un’ora nel frigorifero. Tagliate a cubetti la mortadella e mettetela nel mixer insieme al formaggio Philadelphia. Tirate fuori dal frigo le basi e per ognuna mettete la mousse alla mortadella per uno spessore di circa un centimetro e livellate con un cucchiaio. Tagliate a coltello i pistacchi fino a farne una granella grossolana e metteteli sopra alle mini cheesecake.

Centrifugato C

Una delle mie ultime fisse è la passione per i centrifugati. Può sembrare una semplice moda e invece per chi soffre di problemi all’intestino è una valida alternativa per consumare frutta senza i problemi che possono dare i semini e le fibre. Inoltre, un bicchiere di centrifugato permette di assumere i nutrienti e le vitamine contenuti in più di quanta frutta riusciremmo a mangiare.

img_1031

Quello che io chiamo il centrifugato C è un concentrato di vitamina C che spesso viene attribuita soltanto all’arancia. Ricchi di vitamina C invece sono il kiwi e l’ananas, come possiamo leggere nell’articolo in questo link: http://www.greenstyle.it/alimenti-ricchi-vitamina-c-111747.html

Nella centrifuga (o estrattore di succo) mettete un kiwi, due fette di ananas e radice di zenzero a gusto personale (anch’esso molto ricco di vitamina C). Il gusto è equilibrato seguendo queste proporzioni che possono variare a piacere.